Nadia Ferri, l'ex impiegata scomparsa
Nadia Ferri, l'ex impiegata scomparsa

Rimini, 14 novembre 2018 - Allarme per la 68enne Nadia Ferri, impiegata in pensione, scomparsa da casa - in zona ospedale ‘Infermi’ tra venerdì sera e sabato. Si è allontanata con la propria auto. I famigliari, il fratello Domenico, il figlio Thomas e la cugina Letizia, chiedono venga diffuso il modello di macchina e la targa. Si tratta di una Fiat Punto grigio scuro targata BF361TY.

AGGIORNAMENTO Nadia Ferri trovata morta

«Mia sorella ha lasciato a casa – spiega Domenico Ferri – i documenti e il cellulare. Non aveva soldi. La sua patente di guida dovrebbe essere nel cruscotto dell’auto. Non ha portato con sè i farmaci indispensabili alla sua terapia, da prendere quotidianamente. L’abbiamo cercata dappertutto. Prima presso amici e conoscenti, poi ovunque in città».

L’appello per la donna scomparsa è stato rilanciato anche dalla trasmissione Rai ‘Chi l’ha visto?’ La donna è riminese, 68 anni, capelli biondi, alta 1,75 e pesa circa 60 chilogrammi. «Nadia da qualche tempo, poco più di un mese, era depressa – continua il fratello –, prendeva medicinali. Ma era abbastanza lucida. Da una decina di giorni parlava spesso di suoi vecchi problemi di salute, non si era trattato di malattie gravi. E comunque li aveva in gran parte superati». I famigliari temono un gesto drammatico, oppure che Nadia si sia sentita male.

«Ultimamente aveva detto una frase tipo ‘buttarmi nel porto’ – continua Domenico Ferri –, speriamo davvero che non sia andata così, e di riaverla sana e salva. Io l’ho sentita l’ultima volta venerdì verso le 22,40. Alle 7,30 di sabato mattina era sparita. Con la macchina. Per questo siamo convinti che sarebbe importante ritrovare il veicolo con il quale si è allontanata da casa, per restringere la zona delle ricerche. Abitiamo nella stessa palazzina. Io di sotto, sopra mia sorella, che è divorziata, e sopra di lei mio nipote, suo figlio al piano di sopra».

La famiglia Ferri ha sporto denuncia di scomparsa della 68enne alla stazione dei carabinieri di via Destra del Porto, che hanno subito attivato le ricerche. L’appello dei famigliari è stato lanciato anche sui social. Tantissime persone l’hanno condiviso e rilanciato sulle proprie pagine. La cugina Letizia scrive: «È fondamentale per noi trovare la macchina per restringere la zona delle ricerche. Nadia non si dovrebbe essere allontanata troppo da Rimini. Cercate questa targa sotto casa, quando passeggiate. Infine, chiedo a tutti di non commentare se non in caso di avvistamento. Grazie a tutti per l’aiuto e la comprensione».