Rimini, 13 luglio 2019 - Poche ore sono bastate a spazzare via le polemiche andate avanti per mesi. Sull’opera, e anche sui ritardi. «E’ una colata di cemento...». «E’ un mostro». «Ma quando finisce il cantiere?», si è detto spesso. Poche ore, e il nuovo Belvedere di piazzale Kennedy inaugurato ieri mattino era diventato già uno dei luoghi più fotografati da riminesi e turisti. Che sono andati in massa ad ammirare quello che rappresenta di fatto, il primo tratto del nuovo lungomare di Rimini. E pazienza se è incompleto, se ancora mancano gli alberi (verranno piantati dopo l’estate) e alcuni arredi, a partire dalle panchine. Nonostante tutto, da ieri mattina tanti hanno voluto passeggiare sulla ‘terrazza’ vista mare.

Una nuova piazza sull’acqua: affacciata sulla spiaggia, costruita sopra le due maxi vasche di laminazione e accumulo (della capacità complessiva di 39mila metri cubi) che serviranno a trattenere la pioggia e a ridurre, il più possibile, gli scarichi in mare. Nelle ultime settimane, dopo i ritardi accumulati, i lavori sono stati accelerati per consentire finalmente la riapertura di piazzale Kennedy entro la data annunciata del 12 luglio. «Più volte abbiamo attaccato il Comune per i gravi ritardi – ammettono Marina Nanni (del ristorante Lella al mare) e altri operatori della zona – ma ora che la piazza è stata riaperta nulla da dire: è davvero bella, e quando sarà completata lo sarà ancora di più».

false

Molto apprezzata la fontana con giochi d’acqua. Ce ne saranno altre così, sul nuovo lungomare di Rimini. Intanto ci si potrà godere la vista dal nuovo Belvedere, dove il cantiere per completare la parte incompiuta resterà sospeso fino al termine della stagione. «Concluderemo i lavori in piazzale Kennedy subito dopo l’estate: partiremo a metà settembre, nel giro di un paio di mesi – assicura l’assessore Jamil Sadegholvaad – finiremo anche la seconda collinetta», ovvero quella più a monte. Per fine anno saranno completati anche gli interventi in mare per le condotte sottomarine, che scaricheranno al largo in caso di piogge eccezionali. In acqua il cantiere proseguirà invece per tutta l’estate: non ci saranno pause. «Ma almeno ora i bagnanti possono godersi la spiaggia. Le piattaforme al lavoro in mare – fa notare Stefano Mazzotti, il titolare del bagno 27 – non provocano più i rumori assordanti che si sentivano solo fino a qualche settimana fa».

Intanto il Comune prova a intercettare altri fondi per realizzare il lungomare. La giunta ha partecipato al bando della Regione per ottenere finanziamenti per la riqualificazione e la pedonalizzazione del tratto tra i piazzali Kennedy e Tripoli, di quello successivo da piazzale Tripoli a via Pascoli, nonché per il completamento della parte tra piazzale Fellini e Kennedy nelle aree più prossime agli alberghi. Si tratta di un investimento da 18 milioni di euro. Il bando regionale, che scade a giorni e mette a disposizione complessivamente 20 milioni di euro, prevede che i progetti che otterranno i contributi vengano completati entro la fine del 2021. Per il Comune Rimini sarà fondamentale ottenere i finanziamenti, considerando le tante difficoltà (a causa dei vincoli, delle procedure e anche dell’impegno economico) che stanno incontrando molti operatori che si erano dichiarati pronti a investire sul lungomare.