L'insegna abbattuta del Grand Hotel di Riccione (foto Concolino)
L'insegna abbattuta del Grand Hotel di Riccione (foto Concolino)

Rimini, 26 marzo 2019 - Tanti interventi in corso in queste ore, da parte dei vigili del fuoco, per i numerosi rame e alberi caduti tra Rimini e Riccione. Il vento forte ha iniziato a soffiare ieri sera intorno alle 23, con raffiche hanno raggiunto anche i 100 chilometri all'ora. Tra le zone più colpite, Marina Centro, dove sono stati sradicati alberi sani o spezzate le cime di altre piante. L'unica strada chiusa provvisoriamente al traffico è stata la via San Lorenzo. I teli posti a protezione del lungo mare ha fermato decine di metri cubi di sabbia. La Municipale è intervenuta infine in via Covignano, dove un condizionatore si è staccato dalla parete di un'abitazione precipitando sul cofano di un'auto parcheggiata in strada.

Sulla collina di Covignano il crollo di una pianta in mezzo alla strada ha reso impraticabile la circolazione. Ieri sera a mezzanotte i vigili del fuoco sono dovuti intervenire anche nel villaggio della Rimini marathon allestito all'Arco d'Augusto:  a causa delle forti raffiche di vento si era  scoperchiata buona parte della tensostruttura.

LEGGI ANCHE Ravenna, raffiche di vento fino a 110 km orari. Allagato il molo di Cervia

L'insegna del Gran Hotel di Riccione piegata dal vento (foto Concolino)

Diversi gli alberi caduti anche a Riccione che sconta l'abbattimento dell'insegna che ne è stata simbolo per decenni: quella del Grand Hotel di Riccione (foto), struttura purtroppo chiusa da ormai molti anni. Il neon, pericoloso e pericolante, dovrà ora essere smantellato del tutto. Un albero è poi caduto in via Limentani, zona Abissinia, centrando un'auto parcheggiata sulla quale, per fortuna, non c'era nessuno. Un'altra pianta è caduta in piazzale Giardini, questa volta senza causa nessun danno. Numerose le chiamate ai vigili del fuoco anche per la caduta di rami, alcuni tuttora in corso.