Fiera, le associazioni proporranno una serie di eventi tra cultura e divertimento
Fiera, le associazioni proporranno una serie di eventi tra cultura e divertimento

Rovigo, 1 ottobre 2019 - E' la manifestazione che più racconta l’identità del Polesine e della città, che ogni anno si ritrova in un rito che nonostante i cambiamenti rimane fedele alle tradizioni. E’ la Fiera di Ottobre che quest’anno taglia il traguardo della 537ª edizione. La manifestazione si svolge dal 19 al 22.
 

Ieri mattina, a presso Palazzo Nodari, è stato presentato il programma dell’Ottobre rodigino, un insieme di eventi, resi possibili grazie alle associazioni della città che si sono rimboccate le maniche per rendere questa manifestazione ancora più bella. Le bancarelle della fiera saranno ancora in centro storico. In via di definizione gli spazi dove verranno disposte. Come di consueto si troveranno principalmente in Corso del Popolo. Saranno inoltre presenti spazi e bancarelle per le associazioni di volontariato. Inoltre martedì 22 ottobre, in via Cesare Battisti, la fiera d’Ottobre culminerà nel mercatino dei piccoli. Non è stato risolto nemmeno per questa edizione il nodo delle giostre. Certo è che, visti i ristretti tempi tecnici, non pare plausibile il ritorno del luna park in centro. Le attrazioni verranno quinti allestite nella zona del Censer in viale Porta Adige. Un neo per tante famiglie che da anni chiedono che le giostre entrino a far parte di un itinerario che le unisca al cuore della fiera, come era in passato. Un calvario annunciato per gli studenti universitari e professori che per alcuni giorni dovranno convivere con musichette e il frastuono di dischi volanti e autoscontro.

Palazzo Angeli sarà aperto al pubblico durante l’Ottobre rodigino, il 22 alle 19. Gli eventi inizieranno il 2 con l’associazione nazionale vittime civili di guerra. A seguire, dal 4 al 6 ottobre, la mostra micologica con Bresadola. Dal 7 al 12 ottobre, spazio alle esposizioni di circolo Arti Decorative. Domenica 13 sarà presente Amnil nazionale; il 14 Stefania Paron con un incontro dedicato al dialetto; il 15 mostra fotografica sugli animali di Roberta Laurenti. Dal 15 al 18 un occhio all’arte con il pittore Enzo Griguolo, mentre il 19 e il 20 anche l’Inps avrà uno spazio. Dal 21 al 27 va in scena ‘Arte alla Gran Guardia’ con ViviRovigo, il 25 e il 26 l’associazione polesana della stampa. Infine dal 28 al 7 novembre ci sarà una mostra dell’ordine degli architetti. Altro spazio aperto sarà la Pescheria Nuova. Si inizia il 3 ottobre con Cantamilmondo, il 4 con Cai Rovigo che sarà presente anche l’11 con «Rovigo svetta».
 

Il 5 ottobre La Dante presenterà «Lingue in fiera», evento che verrà ripreso anche il 12. E ancora, dal 6 al 9 la mostra «Il Ponte» a cura dell’istituto Amos Bernini. Dal 10 al 14 spazio all’associazione Barbujani, dal 15 al 17 invece ad Arcisolidarietà. Il 16 torna Stefania Paron con ‘La diversità’. Tra 18 e 21 mostre e proiezioni con Mondovale. Dal 22 al 27 è il momento di Circolo Polesano Amici dell’Arte. Il 28 «Dall’alto» con TeradaMar, il 31 tornerà il coro Cantamilmondo. Il 19 al Ridotto del Sociale ViviRovigo parlerà di disabilità; mentre il 26 al Teatro Studio ci sarà uno spettacolo per l’Ottobre Rosa di Andos. Non mancheranno le iniziative di Unicef a Palazzo Casalini il 4 per i 30 anni della convenzione sui diritti di infanzia e adolescenza. Il 27 alla Rotonda verrà proposto il concerto di Young Venezze Ensemble.