Gianfranco Bighetti (a sinistra) riceve uno dei tanti riconoscimenti per il suo impegno nel mondo del calcio
Gianfranco Bighetti (a sinistra) riceve uno dei tanti riconoscimenti per il suo impegno nel mondo del calcio
Profondo cordoglio in paese per la scomparsa di Gianfranco Bighetti. Il decesso è avvenuto giovedì scorso, l’uomo aveva 89 anni. Bighetti lascia un vuoto incolmabile soprattutto nella Fiessese, gloriosa società calcistica fondata nel 1934. Bighetti per anni ha militato nella formazione ricoprendo il ruolo di difensore tra la fine degli anni Cinquanta e l’inizio...

Profondo cordoglio in paese per la scomparsa di Gianfranco Bighetti. Il decesso è avvenuto giovedì scorso, l’uomo aveva 89 anni. Bighetti lascia un vuoto incolmabile soprattutto nella Fiessese, gloriosa società calcistica fondata nel 1934. Bighetti per anni ha militato nella formazione ricoprendo il ruolo di difensore tra la fine degli anni Cinquanta e l’inizio degli anni Sessanta. In seguito è rimasto comunque nella società ricoprendo il ruolo di dirigente in qualità di segretario "tutto fare" per tantissimi anni. Bighetti per questo incarico ha messo in campo un forte impegno, conosceva nei dettagli tutti i vari regolamenti. Nella stagione 1974-75 guidò sempre la società calcistica come allenatore con una rosa a disposizione formata da tutti elementi locali che diede molte soddisfazioni alla tifoseria biancoceleste. E’ rimasto per una vita fedele ai colori della Fiessese tanto che la società gli ha conferito negli ultimi anni anche la vice presidenza onoraria. Nel corso del suo impegno calcistico ha ottenuto numerosi riconoscimenti a livello non solo provinciale ma anche regionale dai rispettivi comitati. Gianfranco inoltre nella sua vita lavorativa è stato un funzionario delle poste prima a Stienta e poi a Fiesso Umbertiano dove ha raggiunto il meritato traguardo della pensione. Il suo hobby preferito era la pesca che di solito praticava insieme con l’amico Mario Rizzati, storico barbiere del paese. Il loro giorno era quello di lunedì quando con l’attrezzatura andavano nei principali corsi d’acqua. A volte andavano anche fuori provincia. Lascia la moglie Pia ed i quattro figli Monica, noto magistrato a Ferrara, Rita, Michele e Carlo. Le esequie si terranno oggi alle 15 nella chiesa parrocchiale. All’ultimo saluto sarà presente tutto il paese con le istituzioni e il sindaco Luigia Modonesi.

Gianpietro Valarini