Il Consolato provinciale di Rovigo presieduto da Flavio Ambroglini, nel direttivo il badiese Piergiorgio Rossi, consolato che fa capo alla Federazione nazionale Maestri del lavoro, ha organizzato in abbazia della vangadizza la Cerimonia di consegna delle benemerenze al Lavoro. La consegna delle Stelle con diploma è però...

Il Consolato provinciale di Rovigo presieduto da Flavio Ambroglini, nel direttivo il badiese Piergiorgio Rossi, consolato che fa capo alla Federazione nazionale Maestri del lavoro, ha organizzato in abbazia della vangadizza la Cerimonia di consegna delle benemerenze al Lavoro. La consegna delle Stelle con diploma è però stata preceduta dall’apertura di una nuova via intitolata proprio ai Maestri del lavoro, ubicata nella lottizzazione Quality. Dopo introduzione del sindaco Giovanni Rossi, con lui l’assessore Valeria Targa, il parroco don Alex Miglioli ricordano l’importanza per la società rappresentata proprio dal lavoro delle donne e degli uomini, ha benedetto la nuova via e i presenti. Nella Sala convegni abbaziale, il sindaco ha sottolineato l’importanza dell’evento, parlando di sviluppo comunitario e di sviluppo societario, due aspetti complementari che hanno coinvolto i due premiati Adriano Pedrini, alla memoria (ha ritirato il riconoscimento il figlio Giovanni), e Giovanni D’Andrea, che sono i fondatori di quel coraggioso progetto nato nel 1977 che ha dato luogo anche ad altre imprese. Hanno poi preso la parola Gambato e Ambroglini per ricordare l’attività dei Maestri del Lavoro nei vari consolati territoriali. L’assessore Valeria Targa al cospetto del dottor Alessandro Riello ha tracciato una dettagliata sintesi della storia dell’azienda con sede a Badia, non mancando di puntualizzare la biografia con il percorso professionale dei due premiati. Da parte sua Giovanni D’Andrea ha voluto ricordare la storia dell’azienda dal sua nascita, arricchendo il tutto con aneddoti di vita.

Giovanni Saretto