Anna Maria Cavallari Monesi, presidente dell’Andos provinciale, mostra l’assegno gigante
Anna Maria Cavallari Monesi, presidente dell’Andos provinciale, mostra l’assegno gigante
Un contributo per Andos. La somma devoluta all’associazione – si tratta di 1650 euro – è quella che è stata raccolta per le iscrizioni, oltre 600 i partecipanti, alla manifestazione della marcia podistica. L’iniziativa. che si è svolta il 9 ottobre scorso, consisteva in una gara amatoriale con finalità benefiche. La manifestazione si è svolta nell’ambito del programma organizzato a livello provinciale per la campagna battezzata ‘L’ottobre rosa’. In sala consiliare, nel...

Un contributo per Andos. La somma devoluta all’associazione – si tratta di 1650 euro – è quella che è stata raccolta per le iscrizioni, oltre 600 i partecipanti, alla manifestazione della marcia podistica. L’iniziativa. che si è svolta il 9 ottobre scorso, consisteva in una gara amatoriale con finalità benefiche. La manifestazione si è svolta nell’ambito del programma organizzato a livello provinciale per la campagna battezzata ‘L’ottobre rosa’. In sala consiliare, nel municipio di Badia, erano presenti il primo cittadino Giovanni Rossi, con lui il vicesindaco Antonietta Giacometti e gli assessori Valeria Targa e Stefano Baldo. In prima fila anche il presidente del gruppo podistico dei donatori Avis-Aido Carlo Masatti. E’ stato consegnato nelle mani della presidente dell’Andos Monesi l’assegno ‘benefico’ per l’attività associative di ricerca e altre inizative. Obiettivo dell’iniziativa quello di concorrere insieme ad altre numerose manifestazioni e grazie appunto alla ricerca scintifica a sonfiggere il tumore al seno. Rossi ha preso la parola durante l’incontro. "Per un sindaco – sono state le sue parole – ci sono giornata brutte, come quelle vissute da tutti noi nel periodo peggiore del Covid, e giornate belle come questa e come quella della podistica del 9 ottobre. Con una piazza piena di gente e tutta rosa, vi confesso che si tratta del mio colore preferito. Voi, volontari, siete la dimostrazione, avvalorandola, della cultura del ‘dono’, con il vostro impegno ed il vostro altruismo. Ringrazio Luca Veronese per quanto ha fatto per la manifestazione". L’assessore Valeria Targa ha detto: "Il mio plauso al gruppo Avis-Aido, Andos e i commercianti che ci hanno aiutato per la podistica, così come la Pro Loco e la Polizia Locale". Anna Maria Cavallari Monesi, presidente dell’Andos provinciale ha aggiunto: "E’ stata ampia la vostra partecipazione alla marcia dell’Ottobre rosa, un’idea nata anni fa e alla quale hanno aderito senza esitazione tutti i Comuni polesani. E’ stata una grande soddisfazione per me vedervi così tanti, anche perché a Badia mi sento di casa. Ho fatto le Magistrali qui e mio figlio aveva uno studio fotografico in città. Andos Rovigo, nel periodo natalizio, manderà un contributo economico per un ospedale pediatrico in Etiopia. Grazie all’Amnistrazione comunale e a tutti voi". Dopo le foto di rito e le congratulazioni, la bella mattinata si è conclusa.

Giovanni Saretto