Villanova del Ghebbo (Rovigo), 4 aprile 2018 - Cosa non si fa per il proprio comune. Gilberto Desiati, sindaco di Villanova del Ghebbo, ha deciso di rinunciare alla propria indennità. Una scelta importante e nemmeno troppo simbolica. Sono circa 8mila gli euro che il primo cittadino villanovese dirotterà nel bilancio comunale alla voce ‘entrate’, cifra che fino a ieri il sindaco utilizzava per coprire le spese legate alle attività istituzionali. Così oltre a tutte le responsabilità che il ruolo comporta per Giberto Desiati si profila un periodo che, economicamente, è possibile definire ‘a perdere’. Una scelta che, afferma il sindaco, sembra obbligata: «Il nostro bilancio è in ordine, non ci sono particolari problemi ma le difficoltà insorgono quando ci si trova di fronte a spese impreviste che un’amministrazione comunale è costretta a far fronte e che, ovviamente, non erano previste nel bilancio di previsione. Mi riferisco ai mancati trasferimenti da parte dello Stato, della Regione e della Provincia, per il sostegno alle fasce deboli.

E’ complicato trovare risorse fresche utili a far fronte alle necessità che si presentano, imprevedibili, per quanto un’amministrazione possa essere virtuosa e prospettica nelle scelte. I calcoli, quando si tratta ad esempio di assistenza agli anziani, sono fatti a campione in una popolazione che evidentemente viene considerata perennemente giovane. La popolazione, di contro, è sempre più anziana, ha bisogno di assistenza, le famiglie non riescono a sostenere le spese e molto spesso gli oneri ricadono, ribadisco, improvvisamente, sulle amministrazioni comunali. E per evitare la mancata erogazione di altri servizi o, peggio, registrare buchi di bilancio, uno dei provvedimenti non può non essere questo». Difficoltà anche per le famiglie a pagare, ad esempio, le rette dei parenti residenti nelle strutture di assistenza: «Le famiglie non sempre riescono a far fronte alle spese e inevitabilmente, quando questo succede, le strutture si rivolgono alle amministrazioni comunali». In questo contesto l’invito a destinare il 5 per mille dell’Irpef al Comune di Villanova del Ghebbo, fatto pervenire a tutti i cittadini, è proprio finalizzato a ridurre il più possibile l’aggravarsi della situazione. I Servizi Sociali saranno gli unici destinatari degli eventuali proventi.