Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Dalla Gvs all’Ima: ecco chi assume di più

L’analisi delle realtà campioni dell’occupazione sul territorio bolognese: operano in settori molto diversi tra loro

L’imprenditore Alberto Vacchi è presidente e amministratore delegato di Ima
L’imprenditore Alberto Vacchi è presidente e amministratore delegato di Ima
L’imprenditore Alberto Vacchi è presidente e amministratore delegato di Ima

di Carlo Bacchetta

e Giovanni Martinasco

Le chiamiamo curriculabili e sono le aziende Top 500 con almeno 50 milioni di euro di fatturato e 100 dipendenti, con risultati notevolmente positivi (in utile, con un Ebitda margin di almeno il 10% e un rapporto utilericavi almeno pari al 3%) e che nel 2020 hanno incrementato maggiormente il loro organico, sia in termini percentuali, sia in valore assoluto rispetto all’anno precedente. Si tratta di imprese performanti e dinamiche che crescono sia per linee interne che esterne, molte delle quali (12 su 20) erano presenti all’interno della nostra speciale classifica anche l’anno precedente. Sono realtà che nonostante la pandemia mondiale e gli effetti conseguenti, investono (anche in capitale umano) garantendo quindi nuovi posti di lavoro e un arricchimento di tutto il territorio. Operano in settori tra loro molto diversi, dal meccanico (anche quest’anno il più rappresentato) al biomedicale, dal tessile a quello dei componenti elettrici, dal chimico a quello consulenziale. Abbiamo scelto di rappresentarle in rigoroso ordine alfabetico nella tabella sotto riportata.

Le curriculabili nel 2020 sono cresciute in termini di nuove assunzioni di oltre 2.804 unità, con un incremento medio dell’11,6% rispetto all’anno precedente. Aumentano rispetto al 2019 i ricavi aggregati (+7,88%), il valore mediano di Ebitda (+23,4%), il valore medio di Ebit (+23,83%) e gli utili aggregati (11,77%).

Di seguito vengono riportati i dati di crescita in termini occupazionali di alcune delle aziende del campione analizzato. Gvs Group è tra i leader mondiali nella fornitura di soluzioni filtranti e rispetto al 2019 ha registrato il maggiore incremento di organico a livello di gruppo, sia in termini percentuali (+34,53%) che di valore assoluto (+799), passando da 2.314 a 3.113 unità. Il potenziamento della struttura, anche per il tramite di rapporti di lavoro a tempo determinato ed interinale, è conseguenza dell’incremento delle vendite (+59,75% rispetto al 2019), registrata soprattutto dalla divisione Healthcare & Life Sciences e della divisione Health & Safety.

Seguono in termini di crescita Faac Partecipazioni Industriali, specializzata nella fabbricazione di sistemi automatici per cancelli, barriere e ingressi, che nel 2020 riporta un incremento rispetto al 2019 di 593 unità (il terzo a livello assoluto, il secondo in termini percentuali, pari a +22,07%), principalmente riconducibile ad acquisizioni poste in essere nell’anno di riferimento e Sportswear Company (SPW), società acquistata da Moncler a fine 2020 che opera nel settore dell’abbigliamento di lusso con il marchio Stone Island. Nonostante gli effetti economici della pandemia (riduzione delle vendite al dettaglio durante il lockdown e i conseguenti rischi tanto sulle consegne della collezione estiva 2020, quanto su produzioneprogettazione dei campionari e collezioni delle successive stagioni), SPW è intervenuta tagliando parzialmente la produzione per ridurre l’accumulo di stock (anche grazie alla prevista apertura di alcuni outlet) e registrato un incremento del dato medio dei dipendenti del 13,10% rispetto al 2019.

Ima, leader mondiale nella progettazione e produzione di macchine automatiche per il confezionamento di prodotti, in continuità con il 2019, rimane la società - tra quelle selezionate - con il maggiore numero di dipendenti a livello di gruppo (6.130), incrementati nell’esercizio 2020 di 181 unità. L’organico è destinato principalmente all’attività logistico-produttiva (45,8%), alla funzione ricerca e sviluppo (22,4%) e all’area commerciale (17,9%). Le società di cui sopra sono quindi esempi di eccellenza che, nonostante le incertezze legate alla pandemia, sono riuscite ad adottare le azioni necessarie per il mantenimento della qualità dei prodotti e servizi offerti e per il rafforzamento della loro sostenibilità, anche attraverso specifici percorsi di formazione, continuando quindi ad investire sulla crescita dei loro organici a sostegno del business.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?