Veneto 26 agosto 2021 - Restano elevati i nuovi casi di persone risultate positive al coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Veneto: sono 719 i positivi, ossia -128 rispetto a ieri (erano stati 847) che portano il totale a 451.830.
Dopo i 5 del giorno precedente, ieri si è registrato un solo decesso: il totale da inizio pandemia è di 11.674 morti. I dati sono forniti dalla Regione Veneto.
Aumentano ancora i soggetti attualmente positivi, che oggi sono 12.619, 82 in più rispetto a ieri. Stabile invece è la situzione clinica con 262 ricoverati (lo stesso dato di ieri), di cui 216 in area non critica (+4) e 46 nelle terapie intensive (-4 posti occupati).

I dati dei contagiati per provincia

La provincia col maggior numero di contagiati nelle ultime 24 ore è Padova con 157 casi, seguono Venezia e Treviso, entrambe con 140 casi, Verona con 139,  Vicenza con 98, Belluno con 28 e  Rovigo con 14 casi (ce ne sono poi 6 extra regione).
 

Il 'caso Treviso': contagiati di ritorno dai Balcani

Sono saliti a 135 i cittadini della Macedonia del Nord risultati positivi al Covid al rientro dalle ferie nel loro Paese, nel territorio della provincia di Treviso. Lo riferisce l'azienda Ulss 2 della Marca Trevigiana. Tra di essi 13, tutti non vaccinati, sono ricoverati negli ospedali di Treviso, Conegliano e Vittorio Veneto, e 3 si trovano attualmente in terapia intensiva. Il range di età dei ricoverati va da 27 a 72 anni. La maggior parte delle positività si è registrata nel Distretto di Pieve di Soligo, con 71 casi, seguita da Asolo con 37 e Treviso con 27. 
Ai 135 macedoni attualmente positivi si aggiungono altri cluster riconducibili alle ferie trascorse nei Paesi dell'Area balcanica: 52 positivi tra coloro che sono rientrati dal Kosovo e 29 di rientro dall'Albania, per un totale di 216 casi. 
"Rinnovo l'invito - afferma il direttore generale dell'Ulss, Francesco Benazzi - a tutti coloro che sono rientrati recentemente da vacanze nel corso delle quali non hanno osservato le consuete raccomandazioni, di rispettare al rientro le misure previste, onde evitare di far aumentare in modo esponenziale i contagi con tutti i rischi che ne conseguono. Li invito, in particolare, a sottoporsi al tampone che potrà essere effettuato gratuitamente in uno dei Covid Point".

La situazione del 27 agosto 2021: Covid Veneto, salgono i ricoveri. Vaccini, solo un terzo le prime dosi



Vaccini: ieri somministrate quasi ventimila dosi

Sono 2.893.440 i cittadini residenti in Veneto, pari al 59,6% della popolazione totale, ad avere completato il ciclo vaccinale anti-Covid, mentre il 68,9%, pari a 3.343.250 persone, ha ricevuto almeno una dose. Il dato emerge dal bollettino regionale. Ieri le dosi somministrate sono state 19.936, di cui 7.497 prime dosi, con il totale dei vaccinati veneti a 6.137.637; è stato utilizzato il 92,5% delle forniture giunte in regione. 
Il Governatore Luca Zaia: terapie monoclonali per tutti

Fondazione Gimbe: in Veneto vaccinazioni sotto la media nazionale

Migliora in Veneto la dinamica dei casi di Covid-19 attualmente positivi, con una diminuzione dei nuovi contagi, e i posti letto ospedalieri sono sotto la soglia di saturazione; leggermente sotto la media nazionale invece è l'andamento della campagna vaccinale. I dati emergono dal monitoraggio settimanale della pandemia effettuato dalla Fondazione Gimbe. Nella settimana dal 18 al 24 agosto migliorano i casi attualmente positivi ogni 100.000 abitanti (255) e si evidenzia una diminuzione dei nuovi casi (-1,2%) rispetto alla settimana precedente. 
La popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari al 60,1%, contro una media nazionale del 61,9%, a cui si somma un 10,3% (media Italia 8,6%) solo con la prima dose; la popolazione over 50 che non ha ricevuto alcuna dose di vaccino è del 12,4% (media Italia 12,9%); la popolazione 12-19 anni non vaccinata è del 46,6% (media Italia 46,9%). Suddivisi per provincia, la media dei nuovi casi nella settimana è stata di 110 a Rovigo, 81 a Venezia, 77 a Padova, 75 a Verona, 71 a Treviso, 68 a Vicenza e 46 a Belluno.