Venezia, 11 gennaio 2022 – Convinto sostenitore di un futuro più "green", lo scomparso David Sassoli era dalla parte di Venezia, città candidata a diventare Capitale mondiale della sostenibilità. Ed è sotto questo aspetto che Venezia lo ricorda oggi, a poche ore dalla sua morte, avvenuta questa notte a 65 anni a causa di una complicanza dovuta a una malattia del sistema immunitario. “Un uomo che ha saputo, con la sua gentilezza e pacatezza, conquistare, prima da giornalista e poi da politico, la stima e il rispetto di tantissimi italiani ed europei che, anche in queste ore, al di là della propria appartenenza politica, gli stanno rendendo omaggio", dice il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro. Tutto il Veneto si stringe intorno alla famiglia di Sassoli, ecco le parole di Luca Zaia

“Sassoli ha saputo dimostrare, durante i suoi anni di impegno al Parlamento europeo – continua Brugnaro – di essere un convinto sostenitore dei valori della democrazia e dell'importanza di lavorare compatti per la crescita e lo sviluppo dell'Unione Europea”. Un impegno che lo ha visto impegnato nel promuovere politiche di contrasto al cambiamento climatico. “Un tema molto caro a Venezia”, dice il sindaco veneziano sottolineando la vocazione della città, candidata a diventare Capitale della Sostenibilità, “e che lui stesso ha voluto sottolineare nel suo messaggio inviato alla città lo scorso 25 marzo in occasione dei 1.600 anni dalla sua Fondazione”.

Ecco il messaggio di Sassoli a Venezia

 “Venezia è una città che deve essere protetta e salvaguardata e tutti dobbiamo sentirci responsabili. È necessario che tutte le istituzioni proteggano questa città così unica e fragile. Al tempo stesso sono sicuro che la città di Venezia, in questo preciso momento storico, possa dare un grande contributo all'Europa e al mondo proprio se continuerà a guardare alle sfide della contemporaneità con fiducia e con coraggio perché Venezia, terra di grandi artisti e esploratori è da sempre un luogo dove tradizione e innovazione si sposano insieme, dove la storia non guarda al passato ma al futuro”.

Il sindaco ringrazia Sassoli “per queste parole che oggi ci impegnano a proseguire sulla strada che abbiamo tracciato con ancora più determinazione".