Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
8 giu 2022

Picnic a Venezia, turisti banchettano su un pozzo antico: 4mila euro di multa

Quattro visitatori stranieri hanno improvvisato una ravola imbandita sulla balaustra in marmo, con tanto di calici di vino e piatti porcellana 

8 giu 2022
featured image
Una vera da pozzo veneziana
featured image
Una vera da pozzo veneziana

Venezia, 8 giugno 2022 – Un picnic salatissimo per quattro turisti stranieri, multati per avere improvvisato una tavola imbandita su una “vera da pozzo”, una balaustra antica in zona San Zaccaria. Calici di vetro, una fresca bottiglia di vino e quattro piatti di porcellana con una pasta tipicamente italiana. Ma, quello che ai quattro amici in vacanza in Laguna – due cittadini tedeschi e due della Repubblica Ceca – è sembrata una bravata, non è piaciuta alla polizia locale. Dopo averli sorpresi a banchettare, i vigili hanno staccato quattro verbali da un migliaia di euro ciascuno, per un totale di 4.200 euro.

Infranto il regolamento comunale

A nulla sono servite le proteste dei turisti, multati per avere usato in modo improprio un bene monumentale, rischiando di danneggiarlo. Ma non solo. Gli originali commensali – che hanno pensato bene di godersi la frescura lagunare all’esterno della pensione in cui alloggiavano con una cena in grande stile, con tanto di sedie – hanno anche infranto il regolamento comunale che vieta il consumo di alcol sul suolo pubblico e per avere utilizzato bicchieri di vetro e piatti di porcellana all’esterno di un locale, dove ne è consentito l’uso esclusivo.

Residenti sul piede di guerra

A segnalare il picnic improvvisato alle forze dell’ordine sono stati i residenti della zona, stanchi di assistere ai gesti originali del turisti, che spesso portano degrado. È per questo che il Comune ha assoldato una squadra di “Guardians” anti-degrado per Piazza San Marco, per sensibilizzare i turisti in arrivo città a comportamenti vivili. Battaglia al degrado anche con il piano della polizia locale, in servizio soprattutto nelle zona più critiche della città.

Tutti in acqua e bivacchi notturni

Tuffi in acqua dalle sponde dei canali, bivacchi notturni vicino al Ponte di Rialto, goderecci picnic con tanto di pattume lasciato sui massegni, la storica pavimentazione lastricata del centro veneziano. Sono solo alcune delle curiosità segnalata nelle ultime settimane a Venezia, a cominciare dalle scorribande nel lungo ponte feriale del 2 giugno: visitatori sdraiati al sole come fossero bagnanti in pieno centro storico, tuffi a Sant’Alvise e sacchi a pelo sotto le stelle. Il tutto immortalato da diversi video pubblicati sui social.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?