Bologna, 3 gennaio 2018 - I narratori di 'Cantiere 2 agosto', assieme alla presidente dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, Simonetta Saliera, saranno in udienza da Papa Francesco il prossimo 2 maggio. Padre Georg Ganswein, Prefetto della Casa Pontificia, ha infatti risposto alla lettera di Saliera, che in novembre aveva scritto al Presidente della Repubblica e al Pontefice chiedendo loro che ricevessero i narratori popolari, visto l'impegno dei narratori e la grande partecipazione (oltre 10.000) al progetto nato in occasione della commemorazione della strage del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna.

2AGOSTO_24460639_111052

La procura generale ha riaperto l'inchiesta sui mandanti

"Ben volentieri - si legge nella missiva della Santa Sede - mi premuro di accogliere la richiesta di partecipazione all'Udienza generale del Santo Padre a favore dei partecipanti al progetto 'Cantiere 2 Agosto', assicurandola che il gruppo medesimo verrà menzionato nell'ambito dell'Udienza".

Commosso il commento di Saliera: "E' un onore, si tratta del riconoscimento dell'impegno civile e del lavoro di tutti noi e del grande affetto che la popolazione sta dimostrando verso questa esperienza, la cui funzione è di tenere viva la memoria perché, non bisogna mai smettere di ripeterlo, ogni amnesia sottende una sommaria amnistia".

image

Commento positivo anche da parte di Paolo Bolognesi, presidente dell'Associazione dei famigliari delle vittime della Strage del 2 agosto. "Apprezziamo molto l'attenzione e l'affetto del Papa per quello che è stato un evento di grandi dimensioni e assoluta rilevanza", spiega Bolognesi, che poi ringrazia "l'Assemblea legislativa regionale e la sua presidente Simonetta Saliera per questo grandissimo lavoro".

L'Udienza papale arriva dopo che Cantiere 2 agosto è diventato un libro e un film prodotti in proprio dall'Assemblea legislativa regionale per dare continuità al lavoro dei volontari coordinati dal regista Matteo Belli e dalla storica Cinzia Venturoli.

Rinviato a giudizio l'ex Nar Cavallini