Bologna, 9 giugno 2017 - Arrivano le prime richieste di condanna nell'appello della tranche del processo Aemilia in corso a Bologna con rito abbreviato, che coinvolge 60 imputati. In particolare l'accusa, rappresentata dai pm della Dda Marco Mescolini e Beatrice Ronchi, e dai sostituti pg Umberto Palma e Nicola Proto, ha chiesto, a quanto si apprende, la condanna a otto anni di carcere per il consigliere comunale di Forza Italia a Reggio Emilia, Giuseppe Pagliani, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, e a sei anni per l'ex assessore forzista del Comune di Parma Giovanni Paolo Bernini, imputato per scambio elettorale politico-mafioso.

In primo grado i due erano entrambi riusciti a evitare la condanna. Pagliani, per cui i pm avevano chiesto la condanna a 12 anni, era stato assolto, mentre Bernini, per cui anche in primo grado erano stati chiesti sei anni di carcere, era stato salvato dalla prescrizione.