Bologna, 25 ottobre 2017-  "La difficoltà mentale dimostrata dopo aver subito il gol mi fa pensare e mi lascia dubbioso". Roberto Donadoni non riesce a digerire il primo tempo del suo Bologna, in completa balia della Lazio. Il gol del vantaggio biancoceleste dopo appena 4 minuti ha mandato in grandissima confusione la squadra rossoblù: "Eravamo partiti abbastanza bene-dice l'allenatore bergamasco- poi la loro rete ci ha messo in difficoltà. Nel primo tempo abbiamo prestato il fianco in maniera troppo evidente, mentre nella ripresa siamo entrati in campo con la voglia di rimettere in discussione il risultato, a dimostrazione che l'impronta che volevamo dare alla partita era diversa dal primo tempo, ed è venuto fuori il gol".

La reazione è stata troppo tardiva: "Ai momenti complicati - aggiunge Donadoni - bisogna sempre reagire nella maniera giusta, pensando positivo, come poi abbiamo fatto nei secondi 45 minuti. Tutti devono dare qualcosina di piú per colmare il gap che ci divide da queste grandi squadre. I 70 minuti con il Napoli, la prestazione contro l'Inter e la seconda frazione di questa sera dimostrano che non siamo cosí distanti". Il complicato trittico di partite ravvicinate si concluderà sabato sera a Roma contro i giallorossi di Di Francesco: "Sapevamo di avere tre partite difficili, due non le abbiamo superate, adesso arriva la terza e dovremo farci trovare pronti".