Fano (Pesaro e Urbino) 12 giugno 2017 - Avevano comprato le birre in una negozietto del centro poco prima che chiudesse. E poi se l'erano portate dietro per festeggiare il sabato sera. La polizia le ha beccate con la bottiglia di birra in mano nelle vicinanze di un bar di via Nolfi dove si sono concentrati i controlli predisposti dal questore Lauriola dopo le segnalazioni dei residenti di alcuni atti vandalici. 

Nel corso della serata di sabato, gli agenti del Commissariato di Fano hanno concentrato i controlli in centro storico per contrastare le intemperanze delle ultime settimane, identificando numerosi minorenni, alcuni dei quali giovanissimi, sorpresi in strada, nella zona sud di via Nolfi, intenti a consumare alcolici. Così venivano identificate sei ragazze, di età compresa tra i 15 e i 16 anni, tutte fanesi, intente a consumare birra in bottiglie di vetro da 75cl nei pressi di un noto bar del posto. Le giovani venivano accompagnate presso il Commissariato e successivamente affidate ai rispettivi genitori.

Gli accertamenti svolti subito dagli agenti, permettevano anche di appurare che due delle ragazze, una delle quali quindicenne, avevano acquistato, poche ore prima, gli alcolici in un negozio del centro storico, per poi portarli in via Nolfi, abituale luogo di raduno di giovani, consapevoli che il personale del bar, nelle cui vicinanze venivano poi rintracciate, non avrebbe venduto alcolici a minorenni.

Conseguentemente il gestore del negozio è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Pesaro per aver venduto alcolici a minori degli anni 16. Si è giustificato dicendo che all'apparenza, non aveva dubitato fossero maggiorenni.