Pieve Torina (Macerata), 8 novembre 2017 – Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è atterrato pochi minuti dopo le 11 al campo sportivo di Pieve Torina. In elicottero con il capo dello Stato, anche Paola De Micheli, commissario straordinario alla ricostruzione. Mattarella è oggi nell’entroterra maceratese per visitare Pieve Torina, Visso e Castelsantangelo, due dei paesi maggiormente colpiti dal terremoto dello scorso anno. Accoglienza calorosa quella che gli hanno riservato gli abitanti.

image

Mattarella è stato accolto dalle autorità locali e da alcuni cittadini riunitisi che lo hanno salutato con un "evviva il presidente". La visita è proseguita a Pieve Torina. Un giro tra i residenti che ora abitano, dopo mesi di attesa, nelle casette Sae (soluzioni abitative d’emergenza).

Il presidente ha preso in braccio una bimba di 9 mesi, Greta Guida Gentilucci, la prima nata dopo il sisma. È stata la nonna ad avvicinargli la piccola dicendo: "Presidente, questa è mia nipote", e Mattarella non si è fatto pregare prendendo in braccio la bimba sorridente e coccolandola per qualche istante.

"Presidente siamo onorati di averla qui", gli ha detto una signora. "È un piacere vedervi. Auguri", ha riposto lui. Mattarella ha poi salutato i bambini della scuola d'infanzia che lo aspettavano con le bandierine tricolore in mano. 

Si è poi fermato a prendere un caffè nella casetta di legno di Raffaele Marsili e Giuseppina Luzi, 91 anni lui, 92 lei. "Per noi è un onore", hanno detto i due anziani terremotati. 

E rivolgendosi ai sindaci delle aree terremotate ha augurato loro "buon lavoro, e coraggio". E loro "buona fortuna". Il capo dello Stato ha risposto: "Grazie. Ne abbiamo tutti bisogno, ma soprattutto ne avete bisogno voi".

VIS_26633411_125418

Poi ha proseguito per Castelsantangelo sul Nera, dove ha visitato la zona rossa, accolto dal sindaco Mauro Falcucci. Da lì si è spostato a Visso, dove ad attenderlo c'era il vicesindaco.