Modena, 28 dicembre 2017 - A Capodanno in tutto il centro storico di Modena sarà vietato far esplodere petardi, “articoli pirotecnici o fuochi d’artificio di qualunque genere, ad eccezione di quelli ad esclusivo effetto luminoso”. Il divieto varrà anche nel resto della città in caso di assembramenti spontanei di persone: in ogni caso, lo scoppio dei petardi non dovrà “produrre disturbo, danno o molestia a persone o animali, né conseguenze di qualsiasi genere sugli spazi pubblici”. Le limitazioni saranno in vigore per due giorni, dalla mezzanotte del 30 dicembre 2017 alla mezzanotte dell’1 gennaio 2018.

A stabilirlo è l’ordinanza varata dal municipio modenese, che impegna anche i proprietari di animali d’affezione “a vigilare e attivarsi affinché il disagio determinato dagli scoppi non porti gli animali alla fuga esponendoli al rischio di smarrimento o investimento”. Per i trasgressori è prevista una sanzione amministrativa da 75 a 450 euro, oltre alla confisca dei materiali esplosivi. Nello stesso perimetro del centro, circoscritto da viale Vittorio Veneto, viale Molza, viale Monte Kosica, viale Crispi, piazzale Natale Bruni, viale Caduti in Guerra, viale Rimembranze, piazzale Risorgimento, dalle 18 del 31 dicembre alle 12 dell’1 gennaio sarà inoltre vietato vendere per asporto e somministrazione bevande in contenitori di vetro o lattine, come stabilisce una seconda ordinanza firmata sempre dal sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli.