Lama Mocogno e Montecreto (Modena) - Dopo una notte di intenso lavoro per i vigili del fuoco, è sotto controllo l'incendio divampato ieri mattina nella frazione di Valdalbero, nei pressi di Strettara, tra Lama e Montecreto. In totale bruciati 40 ettari tra bosco, campi, sottobosco sia a monte sia a valle della provinciale. Lambite diverse abitazioni. Oggi proseguiranno le operazioni di bonifica con diverse squadre a terra e, se necessario, con l'intervento dell'elicottero. Intanto è stata riaperta questa mattina la strada provinciale 40, chiusa al traffico ieri a causa dell'incendio.

La situazione dunque è sotto controllo ma non si può dire ancora che tutta l'area sia in sicurezza perché il forte vento potrebbe, sollevando braci, far ripartire nuovi focolai. A Valdalbero è stato attivato il Coc comuale e resterà aperto tre giorni, nel frattempo continuano le indagini sulle cause (non si esclude il dolo) e sono state fatte le prime stime dei danni. E' l'incendio più grande degli ultimi 30 anni in Appennino. Ecco le foto del giorno dopo

image

L'INCENDIO. Un primo rogo era scoppiato l'altra notte sotto strada, intorno alle 3, ed erano bruciati circa 8 mila metri quadri di vegetazione tra Lama e Montecreto. I vigili del fuoco erano rimasti sul posto fino all'alba.

Poi ieri mattina le fiamme sono divampate di nuovo. Alcune signore residenti nella borgata si sono accorte della cenere che volava nell'aria intorno alle 9.30. Sono uscite e hanno visto la colonna di fuoco, dando nuovamente l'allarme al 115. Sull'emergenza sono stati impegnati una sessantina di pompieri provenienti da tutta la provincia (Modena, Pavullo, Vignola, Fanano, Pievepelago), oltre che Carpi e e Reggio. Sul posto anche un elicottero del 115 e un Canadair. 

Impegnati tantissimi volontari, compresi i residenti con qualsiasi mezzo, per spegnere le fiamme. Attivata la protezione civile, con un punto ristoro per i volontari allestito vicino alla chiesa. Sul posto sono arrivati i sindaci dei due comuni, Fabio Canovi di Lama e Leandro Bonucchi di Montecreto, i carabinieri, la municipale, diverse ambulanze a scopo precauzionale, i carabinieri forestali.