Ravenna, 14 febbraio 2018 - Asfalto colabrodo, buche profonde, pneumatici che si rompono. La pioggia degli ultimi giorni ha fatto affiorare ancora di più il problema di scarsa manutenzione di alcuni tratti di strada in città. A partire dall’Adriatica, ad esempio, dove la rotonda mai terminata all’incrocio con la Ravegnana presenta almeno tre buche vistose e profonde poco meno di una decina di centimetri, a corredo dello spettacolo già desolante dei lavori rimasti a metà con tanto di escavatori parcheggiati nel bel mezzo della rotatoria. E così ora anche l’asfalto, posato circa un anno e mezzo fa nei lavori per creare la rotonda, non ha retto sotto il peso del traffico pesante e continuo di auto e camion. Proseguendo lungo l’Adriatica in direzione sud la situazione migliora, con ampi tratti rifatti da poco e qualche avvallamento poco prima di Fosso Ghiaia. Le cose vanno peggio invece procedendo dalla rotonda con la Ravegnana in direzione nord, con diverse crepe sopra ai ponti e una grossa buca sulla corsia in direzione nord in corrispondenza dell’uscita per viale Alberti.

Gli automobilisti non sono però gli unici ad essersi accorti dell’accentuarsi del problema delle buche in seguito alle piogge degli ultimi giorni: anche le gomme delle auto hanno sentito la differenza. «Negli ultimi giorni ci è capitato più spesso di intervenire in casi di pneumatici rotti proprio a causa dello stato delle strade – spiegano dall’officina Contessi, che ha una sede a Ponte Nuovo, poco lontano dalla rotonda incriminata –. Arrivano da noi automobilisti finiti nelle buche un po’ di tutte le strade della città, tra cui molti anche dalla Romea. Spesso la gomma si piega completamente fino a lasciare segni anche sul cerchione, con danni che, a seconda del tipo di veicolo e della gravità del danno sullo pneumatico, variano da 35 a 80 euro a livello di spesa». In alcuni casi è stato necessario anche chiamare il soccorso stradale: «Talvolta siamo dovuti andare a prendere la macchina sul posto – proseguono dall’officina –. Succede quando l’automobilista non ha con sé la ruota di scorta o magari di notte, quando fermarsi per cambiarla a lato della strada non è consigliato».