Ravenna, 6 settembre 2017 - Comincerà domani, giovedì 7 settembre, per concludersi entro la settimana, l’installazione di fioriere a protezione degli accessi al centro storico, annunciata nei giorni scorsi. Come già riferito, la decisione è stata presa in sede di Comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico, di concerto tra tutte le istituzioni e le forze preposte, sulla scorta di direttive arrivate dal ministero dell’Interno. Si provvederà in parte a una ricollocazione delle attuali fioriere e in parte alla installazione di 30 nuove, costituite da manufatti in cemento di forma circolare.

L’intervento riguarderà i seguenti dodici accessi al centro: Porta Adriana accesso a via Cavour; viale Francesco Baracca accesso a piazzetta Ghandi; via di Roma accesso a via Diaz; piazza Garibaldi accesso a piazza del Popolo; via Ponte Marino accesso a via IV Novembre; via Galla Placidia accesso a via San Vitale; piazza Garibaldi accesso a piazzetta Einaudi; via Ponte Marino accesso a via Gabbiani; via Ponte Marino accesso a via Salara; via Canneti accesso a piazza Arcivescovado; piazza Arcivescovado, via Guerrini accesso a via Raul Gardini.

Come chiarito nei giorni scorsi dal sindaco Michele de Pascale e dal vicesindaco con delega alla Sicurezza Eugenio Fusignani, l’intenzione è quella di dare attuazione a un piano di protezione generale degli accessi al centro storico, che allo stesso momento ne razionalizzi e migliori la fruibilità. Tale piano prevede l’utilizzo degli strumenti tecnologici più efficaci e meno impattanti, come ad esempio i cosiddetti pilomat. In una prima fase, stanti i tempi tecnici necessari per l’installazione di questi strumenti, vengono impiegate da subito soluzioni esteticamente meno efficaci, privilegiando, tra gusto estetico e protezione, quest’ultimo aspetto.