Ravenna, 6 ottobre 2017 - Alcune strade del centro storico si fanno 'belle'. Da lunedì 9 ottobre, partiranno i lavori di messa in sicurezza della pavimentazione di via Mazzini, la cui fascia centrale in pietra di apricea, a causa dell’usura, risulta oggi scivolosa. La ruvidità superficiale di cui erano dotate le pietre è stata levigata con il passaggio negli anni di pedoni, biciclette, veicoli per carico e scarico. Si rende quindi necessario il ripristino delle originali condizioni di rugosità attraverso limitati cantieri, con tecniche abrasive appositamente studiate.

I lavori prevedono la cosiddetta 'bocciardatura', per conferire un effetto antisdrucciolo alle lastre in pietra d'apricena. Contestualmente saranno rimosse e sostituite le lastre deteriorate e in cattive condizioni. La Soprintendenza archeologica, sentita per un parere, ha evidenziato che la pavimentazione in pietra d'apricena non costituisce materiale pavimentale storico, ma elemento recente, e ha ipotizzato, più che una costosa sostituzione di tutta la pavimentazione, l’intervento appunto di 'bocciardatura'.

Si interverrà per fasi, di durata variabile dai sei ai nove giorni lavorativi, su singoli tratti. Nei tratti di volta in volta interessati dai lavori sarà consentito esclusivamente il transito dei velocipedi, dei residenti e domiciliati titolari di contrassegno G per raggiungere le aree di sosta in proprietà privata, e dei residenti e domiciliati titolari di contrassegno di tipo R per le sole operazioni di carico/scarico e limitatamente al tempo strettamente necessario alla loro effettuazione. L’ultimazione è prevista tra la fine di novembre e i primissimi giorni di dicembre.

Il primo tratto interessato sarà quello da via Dei Tomai a via Sette Castelli. In questa fase, nel tratto e nella direzione di via Mazzini fra via Sette Castelli e via Cerchio sarà istituito il senso unico; e in via De Tomai saranno istituiti il divieto di transito per tutti i veicoli (eccetto velocipedi e veicoli di residenti e domiciliati), il doppio senso di circolazione e il divieto di sosta permanente con zona rimozione su ambo i lati per tutti i veicoli (i veicoli diretti in via De Tomai potranno accedervi esclusivamente da via Baccarini).

Nella seconda fase, relativa al tratto da via Sette Castelli a via Cerchio, il tratto di via Cerchio compreso fra via Mazzini e via Pascoli sarà raggiungibile dagli autorizzati esclusivamente dal percorso costituito da via Tombesi Dall'Ova (nel tratto e nella direzione da via Oriani a via Carrari), via Carrari e via Mazzini (nel tratto e nella direzione da via Carrari a via Cerchio). Le fasi successive, che comporteranno minori modifiche alla viabilità, riguardano i tratti da via Cerchio a via Scolo Pignatta, da via Scolo Pignatta a via Tombesi dall’Ova, da via Tombesi dall’Ova a piazza Caduti.

Il medesimo intervento è previsto per gennaio in via Cavour.