Un luogo d’eccezione, l’Abbazia Santa Maria in Castagnola di Chiaravalle, per un evento che celebra i 700 anni dalla morte di Dante. Stasera (ore 21.30) Giorgio Colangeli sarà protagonista del recital "Vola con li occhi per questo giardino", interpretazione e racconto degli ultimi canti del Paradiso, nei quali San Bernardo conduce il poeta fino al cospetto di dio. Fisico di formazione e...

Un luogo d’eccezione, l’Abbazia Santa Maria in Castagnola di Chiaravalle, per un evento che celebra i 700 anni dalla morte di Dante. Stasera (ore 21.30) Giorgio Colangeli sarà protagonista del recital "Vola con li occhi per questo giardino", interpretazione e racconto degli ultimi canti del Paradiso, nei quali San Bernardo conduce il poeta fino al cospetto di dio. Fisico di formazione e attore ‘partito dalla strada’, molto apprezzato anche in tv e al cinema, Colangeli sa a memoria l’intera Divina Commedia e la porge al pubblico con devozione e semplicità. Ama ripetere: "Le culture, le religioni, le superstizioni. Il bene e il male. I tentativi che l’uomo ha fatto per risolvere l’enigma del proprio essere al mondo si concentrano nel viaggio di Dante, che è lo stesso di tutti noi; un viaggio che ancora non abbiamo ultimato, in cui i naufragi contano quanto gli approdi, i fallimenti valgono quanto i successi". Dante ha ancora molto da dirci. Come scriveva la poetessa Emily Dickinson I poeti non accendono che lampadePoi loro si dissolvonoIl lume che hanno provocatose è luce vitale permane come fanno i soli. E gli anni e i secoli non fanno che allargarne il raggio. "A volte un popolo dorme come l’acqua di uno stagno in un giorno senza vento, e allora un libro o alcuni libri possono scuoterlo e renderlo inquieto, possono mostrargli nuovi orizzonti di emancipazione e di solidarietà", diceva Federico García Lorca. E quale inquietudine più grande ci può essere di quella del ritrovarsi per una selva oscura? Ma poi c’è il Purgatorio, a sollevare l’uomo e il poeta dal peso delle pene e, infine, ci sono Beatrice e San Bernardo ad accompagnarlo nel suo estremo e non più solo poetico viaggio dentro il Paradiso, verso l’amor che move il sole e l’altre stelle. Alle ore 19, sempre all’Abbazia, Colangeli e Lucilio Santoni, ideatore dell’evento, parleranno del libro di cui sono gli autori: "Il folle volo. Da Dante al tempo che verrà". Info 3394304324 e 0712072439.