MARINA VERDENELLI
Cronaca

Le porte gabbia non ci sono più Sono scomparse dopo le proteste Ma sarà una soluzione definitiva?

Le due strutture in metallo giacciono a pezzi sulla pavimentazione del campetto delle Palombare. La rimozione dopo l’articolo del Carlino, si attende di capire se il Comune abbia deciso di cambiarle.

Le porte gabbia non ci sono più  Sono scomparse dopo le proteste  Ma sarà una soluzione definitiva?

Le porte gabbia non ci sono più Sono scomparse dopo le proteste Ma sarà una soluzione definitiva?

di Marina Verdenelli

Le porte gabbia non ci sono più. Al campetto delle Palombare qualcuno le ha smontate completamente e adesso giacciono a pezzi sulla pavimentazione. Come mai? Ci sarebbe piaciuto spiegarlo ma nonostante le chiamate fatte ieri non abbiamo ricevuto risposta da parte del Comune. Per capire la questione bisogna tornare indietro di qualche giorno. Il campetto sportivo è quello in via dell’Artigianato, di fianco alla chiesa che sta ultimando la sua costruzione. E’ un campetto polifunzionale perché consente di giocare sia a calcetto che a basket. L’area è stata oggetto di un restyling, come altre parti del quartiere che sta guadagnando in arredo urbano e servizi al cittadino. Nel campetto erano apparse, all’inizio della settimana, due porte da calcio tutte in ferro, completamente, che non piacevano a molti. A qualcuno sembravano delle gabbie, ad altri delle celle di un carcere tagliate a metà. Sui social non era mancato chi aveva iniziato a fotografarle chiedendosi anche se fossero sicure per farci giocare dei bambini o anche degli adulti perché la struttura era completamente rigida e sbattendoci poteva fare male. Il Comune le aveva messe dopo aver rifatto la pavimentazione e provveduto ad una nuova recinzione. Nel contesto sono state sostituite anche le due porte che prima avevano una struttura con la rete, più anni ‘90. Sulla sommità c’erano incorporati anche due canestri, uno per lato, per permettere l’utilizzo del campo anche per il basket. Il Carlino era andato a vedere da vicino e aveva fotografato le porte gabbia che, oggettivamente, non avevano un bell’aspetto estetico. Poi aveva interpellato l’assessore alle Manutenzioni Stefano Foresi che aveva risposto che le porte erano sicure. "Sono omologate – aveva spiegato Foresi – per avere una doppia funzione, sia per giocare a calcetto che per giocare a basket visto che incorporano anche il canestro e dovevano essere rispettate certe misure precise. Le abbiamo messe anche al parco Pacifico Ricci, lì già le hanno utilizzate, ci hanno fatto anche i tornei e non hanno dato nessun problema. Sono porte certificate che permettono un doppio utilizzo del campo e non ci saranno pericoli. A giorni il campetto verrà aperto, dobbiamo aspettare che si asciughi la nuova base fatta e poi tornerà nell’uso del quartiere". Dopo il nostro articolo le porte sono state smontate. Ieri il Carlino è tornato al campetto e le ha trovate distese a terra. Tolto anche il canestro che è stato adagiato agli angoli del campetto. Ma sono state smontate perché il Comune ha deciso di cambiarle con altre meno ferrose o lo smontaggio è stato propedeutico ad altro e poi verranno rimesse? Attendiamo.