Nuova scuola media a "singhiozzo". La Soprani rischia di non partire

Avviato l’intervento per la Mazzini mentre per il secondo lotto i costi sono lievitati.

Nuova scuola media a "singhiozzo". La Soprani rischia di non partire

Nuova scuola media a "singhiozzo". La Soprani rischia di non partire

Continua a preoccupare lo stato della scuola media di Castelfidardo in corso di costriuzione. La realizzazione è divisa in due lotti, la scuola "Soprani" e la "Mazzini" (al momento in corso di realizzazione). La struttura in legno e acciaio è da completare entro agosto, impianti e conclusione lavori previsti per maggio 2025. L’impegno dell’Amministrazione è spostare alunni, insegnanti e personale scolastico a partire dal settembre 2026. "Brutte notizie invece per il lotto "Soprani", si dovrà fare una nuova gara, il costo è aumentato da 4,5 milioni a 6,6 milioni di euro non esiste alcun finanziamento, quindi siamo all’anno zero non si vede neppure l’inizio di un procedimento – dicono dal gruppo di opposizione Fare bene per Castelfidardo -. Ci sono fatti che hanno ritardato in maniera eccezionale la realizzazione e che oggi stanno generando una disparità di trattamento tra istituti scolastici, alunni e famiglie. Vogliamo poi rassicurare i fidardensi dopo le dichiarazioni del sindaco Ascani: premesso che il ministro Piantedosi ha già bloccato la famosa spending review, confermiamo che la legge di bilancio prevede un risparmio sulle spese correnti di quest’anno di 250 milioni a carico di tutti gli enti locali. A oggi sono stati comunicati i parametri solo per un terzo dei tagli he certamente incideranno sul bilancio comunale di Castelfidardo per 25mila 260 euro. Per il resto non ci sono ancora i decreti attuativi. Nessun rischio di vedere interrotte le opere pubbliche finanziate con il Pnrr, a meno che non si siano sbagliati i preventivi di spesa iniziali per poi trovarsi oggi a doverli finanziare con risorse proprie".