Presidio no Green pass alla Zipa
Presidio no Green pass alla Zipa

Ancona, 24 ottobre 2021  - È stata smantellato stamane il presidio contro il Green pass, iniziato il 15 ottobre, in via Mattei, una delle strade di accesso da nord al porto di Ancona.  Lo sgombero si è svolto in maniera pacifica: del resto c'era solo una decina di persone presenti nel momento in cui sono intervenuti polizia e carabinieri. Sono stati identificati, poi se ne sono andati. 

Ieri avevano già smontato il gazebo che era servito per tenere vettovaglie e preparare dei pasti sul luogo. Tolti oggi anche gli striscioni contro l'obbligo del certificato verde sui luoghi di lavoro. Il 15 ottobre i manifestanti, inizialmente circa 200, partiti dall'area portuale, avevano bloccato la strada con un camion, poi si erano mossi in corteo, verso il bypass della Zipa e bloccando via Marconi, una strada che conduce al centro città, confrontandosi con le forze dell'ordine in assetto antisommossa prima di disperdersi senza incidenti. 

Da allora un gruppo ha presidiato l'accesso a via Mattei, attraversando spesso sulle strisce pedonali per provocare rallentamenti al traffico. Un disagio che era stato segnalato anche alla prefettura di Ancona e che aveva portato la polizia municipale a chiudere gli accessi a via Mattei, deviando il traffico altrove. I partecipanti sono stati identificati a più riprese, e anche se non ci sono stati disordini, il questore ha emesso dei fogli di via. 
Tra i partecipanti al presidio, alcuni anconetani, ma anche gente venuta da altre province (in genere Pesaro Urbino), e da altre regioni. In via Mattei è rimasto ora un presidio di forze dell'ordine.