Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
19 giu 2022

Reddito di cittadinanza, beneficiari in calo

Dagli uomini over 50 rimasti senza lavoro alle madri sole con figli a carico, a ricevere il sussidio sono in tutto sessanta cittadini

19 giu 2022
silvia santini
Cronaca
Il sostegno economico è associato a un percorso di reinserimento lavorativo
Il sostegno economico è associato a un percorso di reinserimento lavorativo
Il sostegno economico è associato a un percorso di reinserimento lavorativo
Il sostegno economico è associato a un percorso di reinserimento lavorativo
Il sostegno economico è associato a un percorso di reinserimento lavorativo
Il sostegno economico è associato a un percorso di reinserimento lavorativo

di Silvia Santini

Uomini over 50 rimasti senza lavoro, madri sole con figli a carico, sono diverse le tipologie e le fasce di età dei beneficiari del reddito di cittadinanza a Osimo, che fanno conto su quel beneficio per tirare avanti. In tutto sono 60 i richiedenti il reddito di cittadinanza in carico ai Servizi sociali del Comune e altrettanti quelli che si sono rivolti al centro per l’impiego, in lieve diminuzione rispetto all’anno precedente. "I Puc, Progetti utili alla collettività, rappresentano un’occasione di inclusione e crescita per i beneficiari e per la collettività: i progetti infatti saranno strutturati in coerenza con le competenze professionali del beneficiario, con quelle acquisite anche in altri contesti ed in base agli interessi e alle propensioni emerse nel corso dei colloqui sostenuti al Centro per l’impiego o al Servizio sociale del Comune", afferma il vicesindaco Paola Andreoni. I soggetti che hanno presentato istanza per la manifestazione di interesse per l’individuazione di enti pubblici e privati del terzo settore per l’attuazione dei Puc sono la Fondazione Duca Roberto Ferretti con il progetto "Selva pulita", l’istituto scolastico Mazzini con "Cittadinanza attiva", l’Anffas Conero onlus "Supporto attività e uscite educative" e "Cura e mantenimento degli ambienti", la Croce verde "Trasporto sicuro", "Sicurezza e prevenzione", "Pre scuola e assistenza al pasto", "Il tuo vicino", "Fianco a fianco", tutte a Castelfidardo, Fondazione Opere laiche lauretane e casa Hermes per attività di supporto a favore gli ospiti a Loreto, e a Osimo la Osimo servizi "Insieme per Osimo", la Asso con attività di supporto per il servizio di trasporto, nei refettori scolastici, negli asili, l’odv Ss. Annunziata e la confraternita Misericordia. Gli uffici dei Servizi sociali stanno portando avanti la procedura al termine della quale i progetti potranno prendere avvio. Principio cardine, ribadito più volte dalla normativa, è che le attività previste nell’ambito dei progetti non siano in alcun modo assimilabili a quelle da lavoro subordinato e che l’organizzazione delle medesime non debba sostituire le attività ordinarie, avendo quindi lo scopo di potenziare quelle già esistenti. Non tutti i soggetti beneficiari sono tenuti allo svolgimento del Puc comunque, ad esempio sono esenti tra tutti gli over 65, i disabili e coloro che hanno un carico di cura quale un figlio minore di tre anni o un componente del nucleo con disabilità.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?