Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
12 giu 2022

"Se l’ambiente è arieggiato io non le farò mettere"

Il presidenre regionale dei presidi: "La scuola è come Guantanamo"

12 giu 2022

Mascherine durante gli esami di maturità con libertà di scelta lasciata ai presidenti di commissione d’esame. "È fuori luogo, una scelta anacronistica - dice Riccardo Rossini, presidente regionale Anp, l’associazione nazionale presidi - i ragazzi ormai vanno ovunque senza mascherina, la scuola sembra una sorta di Guantanamo. Io non ci vedo rischi in estate". Rossini quest’anno sarà anche presidente di commissione d’esame e guarda alle notizie di questi giorni con un po’ di scetticismo. "In questa stagione le finestre sono aperte - osserva il rappresentante dei presidi delle Marche - e i luoghi arieggiati. Gli esami per giunta si fanno nei corridoi quindi…". Il problema mascherine si è posto in questi giorni dopo che il Tar del Lazio si è pronunciato su un ricorso promosso dal Codacons, che è stato respinto, ritenendo che i dispositivi di protezione facciale resteranno obbligatori per gli studenti fino al prossimo 31 agosto, considerato la fine dell’anno scolastico 2022. Gli studenti che affronteranno l’esame di terza media e di maturità, dunque, dovranno indossare la mascherina anche se qualcosa potrebbe cambiare dopo il 15 giugno, al prossimo consiglio dei ministri. Il ministro alla pubblica istruzione, Patrizio Bianchi, ha detto che i presidenti di commissione d’esame potranno valutare se farla tenere o meno. "Il Tar si espresso per farle tenere - continua Rossini - ma il buon senso dovrebbe dire altro. Lasciare la scelta al presidente di commissione forse è la cosa più sensata. Io se l’ambiente è arieggiato e le finestre aperte non le farò mettere. Poi valuterò caso per caso. Se uno studente proprio non riesce a tenerla perché soffoca e ha una crisi respiratoria gliela farò abbassare mica si può rischiare che si senta male". Rossini sottolinea anche due cose. "Intanto se c’è una pronuncia del ministro bisogna che si faccia arrivare anche una circolare nelle scuole - puntualizza il presidente regionale Anp - perché le dichiarazioni fatte noi non le abbiamo ricevute sul fatto che ci sarà libertà di scelta dei presidenti di commissione di esame è un documento ufficiale serve per tutelarci. Un’altra osservazione che mi viene da fare è che per un anno mezzo ci hanno fatto la retorica che le scuole erano sicure, adesso che i dati sui contagi, marchigiani, sono confortanti, le mascherine sono rimaste solo nelle scuole. È assurdo".

Marina Verdenelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?