I collegamenti marittimi stanno tornando alla normalità: entro poche settimane via libera al ritorno dei passeggeri e dunque dei turisti, in partenza e in arrivo al porto di Ancona. Il buio e lo choc del marzo scorso sono definitivamente superati, forse già entro i prossimi dieci giorni il traffico passeggeri potrà essere, seppur in parte, ristabilito. Sono giorni e ore febbrili quelle che vedono coinvolte l’Autorità portuale, le compagnie marittime e le istituzioni diplomatiche...

I collegamenti marittimi stanno tornando alla normalità: entro poche settimane via libera al ritorno dei passeggeri e dunque dei turisti, in partenza e in arrivo al porto di Ancona. Il buio e lo choc del marzo scorso sono definitivamente superati, forse già entro i prossimi dieci giorni il traffico passeggeri potrà essere, seppur in parte, ristabilito. Sono giorni e ore febbrili quelle che vedono coinvolte l’Autorità portuale, le compagnie marittime e le istituzioni diplomatiche dei Paesi che sono legati per i traffici al nostro porto, Albania, Croazia e Grecia. Date e modalità potrebbero cambiare da un momento all’altro, ma le intenzioni da parte di molti sono quelle di poter anticipare la data di ripartenza del sistema turistico prima del 1° luglio.

In tal senso è da chiarire il segnale lanciato, ad esempio, dalla compagnia di bandiera croata, la Jadrolinjia, da sempre presente con i suoi collegamenti su Ancona da Zara e Spalato. La Jadrolinjia in questo periodo di lockdown mondiale, ha chiuso interamente il suo traffico navale dal 10 marzo al 26 aprile scorsi. Da quel giorno ha riattivato esclusivamente la parte merci e camion sul porto di Zara. Dall’11 giugno prossimo la compagnia ha annunciato di riattivare anche la linea su Spalato e non è da escludere che ciò coinvolga non soltanto il settore commerciale, ma anche quello dei passeggeri. Sarebbe la prima a ripartire al 100%, certo al netto delle misure di sicurezza.

La Adria Ferries ha interrotto il suo collegamento tra Ancona e il porto albanese di Durazzo dalla fine di marzo al 7 maggio scorso, quando la linea è stata ripristinata, sempre e soltanto per il settore merci. Solo merci anche per le navi che collegano Ancona ai porti ellenici di Igoumenitsa e Patrasso. il Consolato greco di Ancona è in costante contatto con l’ambasciata a Roma. La data scelta per rimettere a bordo i passeggeri sembrava quella del 1 luglio, ma stando alle ultime voci, è possibile che il via libera sia fissato per il 15 giugno. Resta da capire se tutte le compagnie marittime aderiranno per quella data, anche se ciò appare molto probabile, vista la perdurante chiusura del settore passeggeri che rappresenta una parte importante dei traffici.

Infine, tornando alla Croazia, resta da capire come si muoverà la compagnia Snav. Per ora all’Autorità portuale è arrivata una comunicazione preliminare in cui la Snav annunciava la ripresa dei collegamenti dal 27 giugno.

p.cu.