Jesi, 15 maggio 2018 - Un divorzio, vissuto senza troppi clamori, dalla moglie da cui ha avuto tre figli e ora una nova compagna. Dopo quasi 25 anni di matrimonio e un paio di fidanzamento il Mancio ha spiegato così, con una nota che ha lasciato spazio a una sorta di giallo, quasi tre anni fa nell’estate del 2015 la fine del matrimonio: «Roberto Mancini comunica l’interruzione del rapporto coniugale con la moglie Federica Morelli. Nel 2009 il matrimonio ha vissuto un trauma che li ha allontanati, tanto che la coppia negli ultimi due anni ha, di fatto, vissuto separata. Dopo un lungo periodo di riflessione, Roberto Mancini ha deciso di avviare le pratiche per la separazione e il divorzio».

Poche parole per annunciare ad amici, familiari e tifosi che non c’era più spazio per salvare il matrimonio con la napoletana Federica Morelli che ha prontamente replicato: «Nel prendere atto della sua volontà di avviare le pratiche per la separazione, Federica Morelli non può che esprimere il proprio disagio per il mezzo mediatico prescelto, che rischia di attribuire dimensioni pubbliche ad una vicenda che sarebbe bene affrontare in un ambito strettamente familiare e personale, nel rispetto della riservatezza e dei sentimenti di tutti coloro che, loro malgrado, ne verranno emotivamente toccati. In ogni caso, non comprende come un presunto e non meglio precisato «trauma familiare» che sarebbe accaduto nel lontano 2009 possa porsi in collegamento con la scelta, tutta personale, del marito di interrompere unilateralmente un rapporto matrimoniale che dura ininterrottamente da venticinque anni».

«Non è vero che negli ultimi due anni la coppia non ha vissuto separata – aveva aggiunto - ma con i soliti ritmi dettati dall’attività lavorativa del marito e dagli impegni personali e di studio dei figli. Tanto precisato per opportuna chiarezza, Federica Morelli confida che il prosieguo della crisi coniugale possa essere affrontata nelle sedi naturali, lontano dal clamore e con il dovuto riguardo alla sfera familiare».

Roberto e Federica, figlia di un industriale napoletano, si erano conosciuti a Cortina. Dopo due anni d fidanzamento si erano sposati nella città natale del Mancio, Jesi e hanno avuto 3 figli: Filippo, nato nel 1990 e calciatore, anche con il Manchester City, Andrea, classe 1992 che pure ha seguito la carriera del padre e del fratello approdando e Camilla che vive tra l’Inghilterra e Roma.

Poi la comparsa di un’atletica bruna, paparazzata con lui durante nelle isole Antille: è Silvia Fortini: dapprima suo assistente legale, poi sua dolce metà. Sarebbero pronti a convolare a giuste nozze. Ma il Mancio continua a gestire la sua vita privata con la sua proverbiale ritrosia ai riflettori.