L'abusivo per scappare ha travolto l'uomo (Foto di repertorio Iezzi)
L'abusivo per scappare ha travolto l'uomo (Foto di repertorio Iezzi)

Ascoli, 26 agosto 2019 - Un noto ingegnere 77enne di Milano, F. D. A. è finito all’ospedale di San Benedetto a seguito delle contusioni subite sul bagnasciuga dove ieri mattina è stato travolto da un venditore abusivo che stava scappando dalla polizia municipale impegnata in attività di controllo anti abusivismo commerciale.

E’ accaduto intorno alle ore 11,30 sull’arenile di fronte allo stabilimento balneare «La Scogliera». Il professionista, personaggio conosciuto anche sulla Riviera delle Palme, dove da tempo si reca per trascorre le sue vacanze, stava camminando sul bagnasciuga quando è stato «investito», accidentalmente, dal cittadino straniero che, alla vista del personale in divisa, si stava dando a precipitosa fuga per evitare l’identificazione e la sanzione amministrativa. L’ingegnere, residente a Basiglio, (MI) è stato soccorso da un equipaggio della Misericordia di Grottammare che l’ha accompagnato al Pronto Soccorso, dove i medici gli hanno riscontrato danni a un polso.

Durante l’attività di controllo, il personale della polizia locale ha eseguito un paio di recuperi di merce abbandonata da altrettanti venditori abusivi. Per la maggior parte si tratta di capi d’abbigliamento e accessori vari. Nonostante i controlli asfissianti condotti dalla polizia locale di Grottammare fin dall’inizio della stagione balneare, con l’intento di tenere lontani i venditori abusivi lungo le spiagge da nord a sud del Tesino, ieri i cittadini stranieri hanno provato a fare un’azione di forza, ma sono stati subito rintuzzati.

In due blitz hanno sequestrato circa mille braccialetti e mille collanine che erano detenute da due ambulanti, uno fuggito nella zona del villaggio della piccola pesca e l’altro dalla zona dello chalet Baia Blanca. In seguito, gli agenti della municipale, hanno intercettato un altro abusivo che si aggirava nella zona dello chalet Nord Est. L’uomo è fuggito abbandonando un centinaio di portafogli. Nessun sequestro di merce, ma pattugliamenti no stop eseguiti anche dalla polizia municipale di Cupra Marittima con pattugliamenti lungo le spiagge, nella stazione ferroviaria e nelle fermate dei pullman, con l’intento di bloccare sul nascere l’arrivo dei venditori ambulanti da nord e da sud della località balneare, in particolare dalla fascia costiera del fermano e dal teramano.