Anche il Mercedes Vito era stato rubato poco prima
Anche il Mercedes Vito era stato rubato poco prima

Ascoli Piceno, 22 marzo 2019 - Si sono lanciati con il furgone in corsa per sfuggire al controllo della polizia stradale. E’ successo nella notte tra mercoledì e giovedì. Il Mercedes Vito è stato notato, intorno alle 2.30 dalla polizia stradale, mentre percorreva il raccordo autostradale contromano, nel tratto tra Monsampolo e Spinetoli. Gli agenti che stavano transitando in direzione mare, hanno subito intuito quello che stava accadendo, prontamente sono usciti dal raccordo e quindi sono rientrati nella corsia in direzione monti all’inseguimento dei tre uomini. Gli agenti della polstrada durante l’avvistamento si sono accorti che all’interno dell’auto c’erano tre uomini, subito è stato lanciato l’allarme ed è partito l’inseguimento.

L’auto è filata via. Ne è nato un inseguimento, durante il quale il furgone ha cambiato più volte corsia di marcia per evitare di essere affiancata dalla pattuglia. I poliziotti hanno allertato la centrale operativa chiedendo rinforzi, mentre il furgone ha proseguito la sua corsa. Alla fine è stato ritrovato in curva, all’uscita di Castel di Lama, nel territorio di Ancarano. Dei tre uomini però non c’era traccia, molto probabilmente erano fuggiti a piedi, dandosi alla nacchia. Sul posto sono arrivati oltre che ad altre pattuglie di polizia anche i carabinieri, insieme hanno iniziato a setacciare il territorio nella speranza di catturare i fuggiaschi, ma dei tre uomini non c’era più traccia.

Complice il buio che ha agevolato la loro fuga gli uomini sono riusciti a scappare. All’interno della Mercedes Vito, rubata poche ore prima, nel territorio di Monteprandone, la Polstrada ha recuperato piedi di porco, attrezzi per scassinare i lucchetti, passamontagna e dei guanti. Insomma il kit necessario a fare razzia all’interno delle abitazioni. E’ chiaro che si trattava di topi di appartamento, pronti ad assaltare qualche abitazione. Il materiale è stato sequestrato dagli investigatori, che hanno fatto intervenire gli esperti della scientifica al fine di recuperare le tracce lasciate dai fuggitivi sperando di poterli identificare.