C’è anche un uomo di 86 anni di Offida tra le vittime del Covid-19 comunicate dal Servizio sanità della Regione con il consueto e tristemente noto bollettino giornaliero dei decessi. Bollettino che ieri ne riportava purtroppo ben 18. A dare la notizia del decesso anche il sindaco di Offida, Luigi Massa, attraverso la sua pagina facebook: "Purtroppo – scrive il primo cittadino – vi devo dare la triste notizia che uno dei concittadini, già ricoverato all’ospedale di San Benedetto, è deceduto. Ci stringiamo, come comunità tutta, nel cordoglio e siamo vicini alla sua famiglia a cui...

C’è anche un uomo di 86 anni di Offida tra le vittime del Covid-19 comunicate dal Servizio sanità della Regione con il consueto e tristemente noto bollettino giornaliero dei decessi. Bollettino che ieri ne riportava purtroppo ben 18. A dare la notizia del decesso anche il sindaco di Offida, Luigi Massa, attraverso la sua pagina facebook: "Purtroppo – scrive il primo cittadino – vi devo dare la triste notizia che uno dei concittadini, già ricoverato all’ospedale di San Benedetto, è deceduto. Ci stringiamo, come comunità tutta, nel cordoglio e siamo vicini alla sua famiglia a cui esprimiamo le più sentite condoglianze". Nella provincia di Ascoli, da quando è iniziata la pandemia, i morti a causa del Coronavirus sono stati 144.

E’ invece decisamente migliorata, nel Piceno, perlomeno stando ai dati del Servizio sanità, la situazione dei contagi: nelle ultime 24 ore se ne sono registrati 17 su 480 totali nelle Marche (121 in provincia di Macerata, 216 ad Ancona, 81 a Pesaro-Urbino, 27 a Fermo e 18 da fuori regione), mentre i ricoveri negli ospedali ‘Mazzoni’ e ‘Madonna del Soccorso’ sono 70: 8 in terapia intensiva, 18 in semi-intensiva e 44 in reparti non intensivi. Per quanto riguarda la distribuzione dei casi, comune per comune dell’Area vasta 5, in base a quanto riportato dall’Asur, ieri Acquasanta ne aveva 5, Acquaviva 15, Appignano 15, Arquata (inferiori a 5), Ascoli 201, Carassai (zero), Castel di Lama 16, Castignano 7, Castorano 11, Colli 5, Comunanza 26, Cossignano 11, Cupra 38, Folignano 32, Force (zero), Grottammare 55, Maltignano (inferiori a 5), Massignano (inferiori a 5), Monsampolo 16, Montalto (inferiori a 5), Montedinove 6, Montefiore dell’Aso 12, Montegallo (zero), Montemonaco (zero), Monteprandone 72, Offida 38, Palmiano (inferiori a 5), Ripatransone 9, Roccafluvione (zero), Rotella (inferiori a 5), San Benedetto 240, Spinetoli 17 e Venarotta 8.

Ad esprimere preoccupazione per l’andamento della curva dei contagi il sindaco Sergio Loggi di Monteprandone, tra i comuni più colpiti dopo San Benedetto e Ascoli. "Se prima delle festività natalizie ci muovevamo tra i 20 e i 25 casi positivi e a inizio anno ne avevamo 36 – dice Loggi –, in 10 giorni sono più che raddoppiati. Sono, infatti, 72 le persone positive al Covid-19, di cui una ricoverata in ospedale. Complessivamente sono 101 i nostri concittadini in isolamento domiciliare. Comportamenti non sempre cauti, tenuti nelle ultime tre settimane, fanno pensare che il numero dei contagiati continuerà a salire ancora anche nella stagione invernale appena iniziata". Il sindaco invita poi i propri cittadini a partecipare allo screening: "per tutelare la salute di tutti, vi invito a partecipare allo screening che si terrà il 22, 23 e 24 gennaio, al bocciodromo".

Arriveranno a breve anche nella farmacia dell’ospedale di San Benedetto le dosi del vaccino Moderna. Infine, Ascoli ha altri due nuovi medici di medicina generale: Sara De Luca e Augusto Della Santina.

Lorenza Cappelli