Quotidiano Nazionale logo
14 mar 2022

Gli imprenditori al Micam: dateci ristori

Inizia la fiera, il presidente della Camera di commercio delle Marche: "Abbiamo davanti degli eroi". L’assessore Castelli: "Reagire"

vittorio bellagamba
Cronaca

di Vittorio Bellagamba

’Aggiustare la rotta: la filiera della moda tra emergenza finanziari e nuovi mercati’ è il tema del convegno che ieri mattina ha aperto, subito dopo il taglio del nastro da parte della ministra per gli Affari regionali e le autonomie Gelmini, la 93esima edizione del Micam. Il convegno organizzato dalla Camera di commercio delle Marche d’intesa con la Regione. "Vorrei rivolgere uno speciale ringraziamento a tutti gli eroi che sono i nostri calzaturieri presenti in fiera – ha detto il presidente camerale Gino Sabatini –. Queste settimane abbiamo avuto diversi incontri con gli imprenditori preoccupati per le conseguenze della guerra in corso tra Russia e Ucraina. Il quadro congiunturale profondamente cambiato ci deve indurre a rivedere le strategie commerciali. Le nostre scarpe devono essere vendute in nuovi mercati come ad esempio quello italiano e quello europeo". Per quanto riguarda le richieste Sabatini ha aggiunto: "Per evitare che la crisi penalizzi troppo le aziende chiediamo la riduzione dell’iva e una nuova moratoria sia per i debiti bancari sia per quelli fiscali e soprattutto una nuova Cig in deroga". A tal proposito il presidente di Assocalzaturifici Siro Badon ha detto: "Abbiamo firmato un protocollo che discuteremo con il ministro Orlando per chiedere la cassa integrazione a zero costi per le imprese". Francesco Acquaroli presidente della Regione Marche ha aggiunto: "D’intesa con la Camera di commercio intendiamo portare avanti le azioni congiunte per progetti concreti e strategici. Noi ci aspettiamo dal governo e dalle istituzioni europee pacchetti di aiuto destinati al settore calzaturiero mentre continueremo a lavorare a fianco delle imprese per intercettare nuovi mercati e le opportunità che si possono aprire". Andrea Prete presidente di Unioncamere ha sottolineato che "doveva essere il Micam speranza e del rilancio e invece siamo al Micam della preoccupazione. Occorre rivedere il Pnrr per destinare alcune risorse al comparto calzaturiero". Per assessore regionale Guido Castelli "la collaborazione tra istituzioni è molto importante. È un’epoca buia, ma dobbiare reagire come stiamo dimostrando di saperlo fare. Occorre intervenute sugli aumenti delle materie prima e delle utenze". Paolo Mariani direttore generale del Confidi Unico delle Marche ha evidenziato l’importante ruolo del credito.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?