Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 giu 2022

Malore fatale per un turista: pensionato muore in albergo

20 giu 2022

Malore fatale per un turista emiliano in vacanza a San Benedetto. La vittima, Giampaolo Salsi, 78 anni, di Reggio Emilia, era in vacanza sulla Riviera delle Palme insieme con la moglie, la figlia e i nipoti, ospiti dell’hotel Sayonara in prima fila sul mare fra San Benedetto e Porto d’Ascoli. La tragedia si è consumata sabato sera all’ora di cena, mentre il pensionato stava scendendo le scale per andare al ristorante dov’era atteso dagli altri familiari. Il malore l’ha colto all’improvviso, senza lasciargli scampo. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118. L’uomo non aveva particolari patologie, per cui la salma è stata messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Ascoli, nell’obitorio dell’ospedale Madonna del Soccorso, per capire quali possano essere state le cause del decesso. Tra le prime ipotesi quella di un’emorragia cerebrale. Sul posto sono intervenuti il medico legale e il personale della polizia scientifica, che sono rimasti in hotel, fino alla rimozione della salma, ben oltre la mezzanotte. Il tragico evento ha scosso tutta la clientela, la direzione e il personale dell’albergo che lo conoscevano molto bene e con il quale avevano rapporti molto amichevoli, poiché Giampaolo Salsi frequentava la stessa struttura da una ventina di anni. Il settantottenne era giunto a San Benedetto il 15 giugno insieme alla moglie, dov’era stato raggiunto dalla figlia con i nipoti il giorno successivo. Nell’hotel di San Benedetto sarebbe dovuto rimanere fino al primo di luglio, ma il destino ha deciso diversamente, gettando nella disperazione i suoi familiari. Giampaolo era una persona gentile, disponibile, allegra, attiva, che dimostrava molto meno dell’età anagrafica e soprattutto non aveva mai avuto patologie che potessero far ipotizzare un simile epilogo.

Giampaolo Salsi, originario di Cadè, dopo aver lavorato per la Lombardini e la Elica Spa di Fabriano, da qualche anno era andato in pensione. Era c amato in città per il suo profondo impegno nel mondo del volontariato.

Marcello Iezzi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?