La ‘stretta’ sugli alcolici potrebbe concretizzarsi presto: i fatti che sono avvenuti nell’ultimo weekend stanno infatti portando il sindaco Fioravanti verso questa decisione. "Devo dire che è brutto vedere una quattordicenne in coma etilico, e in generale assistere a comportamenti poco rispettosi della salute propria e degli altri: quindi stiamo ragionando per limitare e vietare, dopo una certa ora, la vendita di alcolici. L’abuso di alcol - ha aggiunto - è preoccupante, molti giovani ‘si buttano’ sull’alcol creando problemi: ai...

La ‘stretta’ sugli alcolici potrebbe concretizzarsi presto: i fatti che sono avvenuti nell’ultimo weekend stanno infatti portando il sindaco Fioravanti verso questa decisione. "Devo dire che è brutto vedere una quattordicenne in coma etilico, e in generale assistere a comportamenti poco rispettosi della salute propria e degli altri: quindi stiamo ragionando per limitare e vietare, dopo una certa ora, la vendita di alcolici. L’abuso di alcol - ha aggiunto - è preoccupante, molti giovani ‘si buttano’ sull’alcol creando problemi: ai ragazzi voglio dire di avere maggior rispetto di loro stessi, perché agire in quel modo significa non volersi bene. Li invito a visitare la Pinacoteca, il teatro, che abbiamo aperto gratuitamente". Il sindaco ha ribadito la necessità di tenere alta la guardia, anche in considerazione del fatto che oggi è un giorno segnato in rosso sul calendario: "Questo è un fine settimana lungo. Vogliamo che le persone escano, che il commercio riparta e che Ascoli torni a vivere: quindi da un lato è bello vedere tanta gente che popola le piazze e il centro, perché questo ci dà prospettive positive per il futuro. Però dobbiamo fare massima attenzione, lo sappiamo bene: quindi chiedo a tutti di rispettare le distanze e di utilizzare la mascherina. Dal canto mio sto cercando di informare le persone e ringrazio le forze dell’ordine e la Municipale per i controlli che stanno facendo, come pure tutte le attività che si stanno adoperando per far sì che vengano rispettate le regole".

Al netto quindi degli aspetti positivi delle progressive riaperture, Fioravanti ha insistito sull’importanza della sicurezza: "Ci sono stati degli atteggiamenti che hanno messo a rischio la tenuta della nostra città ed è per questo che, in condivisione con il questore e il tavolo di sicurezza, abbiamo attivato una fonica per ricordare che vanno mantenute le distanze e indossata la mascherina". La ‘pagella’ al fine settimana ascolano è arrivata nel giorno in cui nelle Marche si sono registrati zero nuovi contagi e zero decessi: una buona notizia che il primo cittadino ha voluto evidenziare, ma sempre declinandola in un’ottica di prevenzione. "Sono due settimane che il Piceno è senza contagi, servono 28 giorni per essere ‘Covid-free’: dobbiamo lavorare per questo obiettivo, anche per far passare il messaggio che la nostra è la città ideale per i turisti". A breve arriveranno novità sulla riapertura dei parchi giochi per bambini, come pure sul ripristino delle navette per il centro, mentre in questi giorni ci saranno modifiche al traffico sia a piazza Sant’Agostino sia nella zona dello stadio Del Duca, per permettere l’avanzamento dei lavori di demolizione della curva.

Daniele Luzi