Quotidiano Nazionale logo
14 apr 2022

Tampona un furgone Muore giovane mamma

Tragedia in autostrada, impatto violentissimo ieri mattina. Pamela. Paolini, 41 anni e tre figli, lavorava al Conad di Stella di Monsampolo

Tragico schianto in autostrada in direzione di San Benedetto. Vi ha trovato la morte Pamela Paolini, 41 anni, residente a Ripatransone, madre di tre bambini, che si stava recando a lavoro presso il Conad di Stella di Monsampolo. Ieri mattina, per fare presto, ha imboccato il casello autostradale a Grottammare, ma il destino ha voluto che la sua giovane vita si fermasse improvvisamente pochi chilometri dopo, tamponando un autocarro che la precedeva. Ha lasciato nella disperazione il marito Lino Madulli, i figli, un maschietto di 14 anni e due femminucce rispettivamente di 6 e 11 anni, il padre Nazzareno e la madre Patrizia Brutti. Originaria di Grottammare, da circa 4 anni risiedeva con la sua famiglia in località Petrella di Ripatransone.

Il terribile incidente è avvenuto intorno alle 8,20 sulla corsia sud, proprio in direzione del paese alto di San Benedetto. Per cause in corso d’accertamento la donna ha tamponato violentemente un camion che trasportava pannelli di legno. In quel tratto non ci sono cantieri. Un restringimento di carreggiata si trova molto dopo, ma già i mezzi, evidentemente, stavano iniziando a rallentare e la giovane mamma, probabilmente, non si è accorta di quanto stava accadendo finendo a velocità elevata contro il pesante automezzo. Un impatto terrificante. La vettura si è ridotta a un ammasso di rottami. La donna, probabilmente, è morta sul colpo e a nulla è valso l’arrivo dei sanitari partiti dall’ospedale di San Benedetto. Il medico del 118 ha potuto solo certificare l’avvenuto decesso. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di San Benedetto, per estrarre il corpo della vittima da ciò che restava dell’abitacolo, le pattuglie della polizia autostradale, uomini e mezzi di Autostrade per l’Italia, del tronco di Pescara. Sul posto, è giunto anche il padre di Pamela e sono stati attimi di grande commozione tra i presenti. Per quanto riguarda la viabilità, ci sono stati forti rallentamenti e incolonnamenti. Il traffico si è svolto su una sola corsia, quella di sorpasso, ma molti mezzi diretti verso sud hanno preferito lasciare l’autostrada ai caselli di Pedaso e Grottammare. La salma della giovane donna è stata rimossa intorno alle ore 11 ed è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di San Benedetto. E pensare che la giovane donna nel pomeriggio del giorno precedente era stata al Pronto Soccorso dell’ospedale di San Benedetto proprio perché, tamponata in auto, accusava un dolore alla schiena. E ieri, a tamponare è stata lei.

La viabilità ha ripreso a scorrere regolarmente subito dopo la rimozione della vettura e del camion e la pulizia della carreggiata. I mezzi sono stati posti sotto sequestro, secondo quanto prevede il codice della strada in simili drammatici eventi. La notizia, che si è subito diffusa a Ripatransone, dove la famiglia risiede non distante dal campo sportivo della Petrella e anche a Grottammare dove fino a quattro anni aveva abitato in via Marcovaldo, nella zona dell’ex Ferriera, ha suscitato profondo cordoglio.

Marcello Iezzi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?