Ascoli, 9 settembre 2018 - Bandiera nera e squalifica per due gare: costa caro a Romano Fenati della Marinelli Snipers Team il gesto folle di Misano (FOTO). Dopo qualche giro della gara della Moto2, lungo un rettilineo sul quale i piloti viaggiavano ad altissima velocità, Fenati si è affiancato a Stefano Manzi schiacciandogli il freno a mano della moto, spintonandolo e rischiando di farlo cadere.

AGGIORNAMENTO Fenati scaricato dal suo team: "Gesto pericoloso". Le scuse del pilota"

La madre Sabrina: "Minacce di morte" - Manzi: "Avrebbe potuto ammazzarmi"

Guarda il video qui sotto:

Valentino Rossi e Francesca Sofia Novello, 'fuga' in scooter a Misano

Fin dall'inizio della gara fra i due c'erano stati dei battibecchi e dei gesti di contrasto. Fermato dalla bandiera nera dei commissari di gara, adesso Fenati, condannato unanimemente per il suo gesto, è stato escluso totalmente dalla gara, gli sono stati infatti conteggiati zero giri. 

Poi nel pomeriggio è arrivata la decisione della Federazione internazionale di motociclismo contro la quale Fenati può appellarsi: il pilota ascolano è stato sospeso per i prossimi due Gp, niente Aragon né Thailandia. 

Manzi, che poco prima si era reso colpevole di due sorpassi troppo duri su Fenati, dovrà invece scontare sei posizioni in griglia di partenza nella prossima gara. "Un giro prima c'era stato un contatto non voluto e siamo finiti entrambi sull'erba ma non mi aspettavo un gesto così, non c'è tanto da dire - il commento di Manzi - Se ci siamo incontrati dopo? No e anche se non lo incontro va bene lo stesso".

Fenati, poi, parlando a Movistar Tv ha provato a spiegare: "C'è stato un primo contatto in cui mi ha portato fuori pista. Lui (Stefano Manzi, ndr) era davanti a me, poi l'ho superato. Dopo avermi superato, mi ha rallentato portandomi fuori pista per la seconda volta. Non dico che questa sia una giustificazione, ma credo che questo debba essere considerato perché i piloti che corrono senza preoccuparsi degli altri, rovinano le gare degli altri e questo non è giusto - ha detto il pilota ascolano -. La mia reazione non è stata una bella mossa, è stato un gesto pericoloso per me e per lui. Non voglio giustificarla, ma vorrei che fosse vista in prospettiva. Mi hanno sanzionato per due gare, ma penso che dovrebbe essere penalizzato anche qualcun altro. La sanzione è contestabile, ma non mi interessa farlo. Sono sempre gli stessi piloti a fare certe cose, e questo dovrebbe essere sistemato".

Manzi, però, è stato chiaro: "Un gesto del genere non deve mai essere commesso e nemmeno pensato, è una mossa pericolosa e mette a rischio la vita degli altri piloti. Viaggiavo a 217 chilometri orari, come ho fatto a rimanere in piedi, non lo so. È un gesto imperdonabile".

Motogp Misano 2018, la gara - I vip nel paddock

OMBRELLINE_33512295_175929

Valentino Rossi: "Un brutto gesto"

Il campione di MotoGp Valentino Rossi condanna il gesto di Fenati a Misano: "Fenati? E' un brutto gesto. - dice il Dottore ai microfoni di Sky Sport -. Ha avuto due gare e credo sia giusto. Noi abbiamo puntato molto su Fenati con l'Academy, non ce l'abbiamo fatta però a gestirlo. E' stata una sconfitta e mi dispiace per il gesto di oggi". 

Andrea Dovizioso, invece, ha commentato così: "E' stato qualcosa di brutto, bisogna poi vedere cosa è successo prima, ma in ogni caso non puoi fare quello". Più duro Cal Crutchlow: "Non dovrebbe più salire su una moto, la sua stessa squadra dovrebbe farlo scendere a calci, merita di essere allontanato".