ZOE PEDERZINI
Cronaca

Aggressione a Pianoro (Bologna) dopo la discoteca, 4 denunce

Identificati i picchiatori della sala Arcipelago. Uno è minorenne, accusati anche di rapina

Pianoro (Bologna), 12 novembre 2022 - Avevano picchiato selvaggiamente, fino quasi a sfigurarli, alcuni coetanei fuori dalla sala Arcipelago di Pianoro. Tutto questo per futili motivi. A distanza di due settimane dai fatti, grazie a un’indagine lampo, i carabinieri della stazione di Pianoro hanno denunciato all’autorità giudiziaria ordinaria e minorile quattro ragazzi: un 19enne di origini tunisine, disoccupato; un 18enne di origini ecuadoriane, studente, con cittadinanza italiana e vari precedenti di polizia; un 20enne bolognese, disoccupato, con precedenti di polizia e un 17enne bolognese, studente, incensurato.

L’indagine è stata condotta dai carabinieri di Pianoro
L’indagine è stata condotta dai carabinieri di Pianoro

Tutti dovranno rispondere dei reati di lesioni personali, rapina, danneggiamento e percosse. Dopo la richiesta di intervento, giunta alla centrale operativa del 112 la notte del 23 ottobre scorso per una violenta lite in corso che vedeva coinvolte numerose persone in via delle Resistenza fuori dalla sala Arcipelago, dove si era tenuta una serata con musica, alcune pattuglie dei carabinieri di Pianoro si sono precipitate sul posto. Qui ad attenderli sotto choc erano però rimasti solo cinque ragazzi e una ragazza, pianoresi e di età compresa tra 18 e i 21 anni, tutti coinvolti nella vicenda. Ovvero due che erano stati selvaggiamente picchiati e gli amici che erano arrivati in loro aiuto e che avevano, nel frangente, subito anche svariati danneggiamenti alle auto sempre da parte della gang di ‘picchiatori’.

L’attività svolta successivamente dai militari, coordinati dall’autorità giudiziaria, ha consentito di individuare gli autori del pestaggio e dei danneggiamenti alle auto, identificati grazie anche ad alcuni testimoni presenti. Stando a quanto ricostruito i quattro indagati, in concorso tra loro, senza alcun apparente motivo, hanno prima danneggiato il parabrezza dell’autovettura di proprietà di un ragazzo bolognese di 19 anni, per, poi, picchiarlo e procurargli svariate lesioni consistite in "politrauma contusivo-frattura delle ossa nasali e contusioni del volto e del collo" guaribili in 10 giorni.

Gli stessi hanno, poi, proseguito a danneggiare, fino alla completa rottura del finestrino, l’auto all’interno della quale aveva cercato riparo l’altro ragazzo di 18 anni che ha riportato lesioni personali guaribili in 7 giorni. Sono stati entrambi colpiti con svariati calci e pugni al volto. Una violenza che non si è fermata neanche quando uno dei due è caduto a terra. Anche in quel caso la gang ha continuato a prenderlo a calci sul volto. Durante l’aggressione, poi, la banda ha spintonato e minacciato un’amica 17enne dei due ragazzi aggrediti, alla quale, nella concitazione, hanno sottratto un piumino North Face, un Iphone 13 Pro e una sigaretta elettronica.