Bologna, la tragedia è avvenuta a marzo in via Indipendenza (Foto Dire)
Bologna, la tragedia è avvenuta a marzo in via Indipendenza (Foto Dire)

Bologna, 9 novembre 2019 - Avviso di fine indagine per tre persone , finite nel mirino della Procura per la morte del piccolo Gianlorenzo Manchisi , il bimbo di due anni e mezzo che il 5 marzo scorso morì dopo essere caduto dal carro di Carnevale durante la sfilata in via Indipendenza.

L’atto solitamente precede la richiesta di rinvio a giudizio e l’accusa è di omicidio colposo. A essere indagati, Marco Pasquini, l’ingegnere che firmò il collaudo del mezzo, Paolo Canellini (difeso dall’avvocato Stefano Sermenghi), che lo allestì, e la madre del bambino, a bordo con lui quando cadde.

Gli avvocati della famiglia, Annalisa Gaudiello e Mauro Nicastro, ritengono però «inaccettabile la mancata individuazione di un profilo di responsabilità colposa per il Comitato organizzatore e le istituzioni preposte al controllo ». Chiederanno alla Procura «ulteriori atti di indagine».