Le Renault Zoe elettriche del car sharing Corrente
Le Renault Zoe elettriche del car sharing Corrente

Bologna, 5 ottobre 2018 - Partirà ufficialmente sabato 27 ottobre il car sharing elettrico che Tper mette in campo con Saca e Cosepuri. Centoventi Renault Zoe (FOTO) subito su strada, giusto in tempo per la prima domenica super-ecologica (28 ottobre) in cui potranno cuircolare solo le vetture elettriche (e non le ibride) con pochissime eccezioni.

Esistono altre limitazioni nei giorni feriali?

"È una giornata molto importante, perché con l'elettrico si delineano le strategie del futuro. Stiamo passando dal paradigma della proprietà a quello dell'utilizzo e della scelta. Corrente sarà l'innovazione più importante di car sharing", spiega l'assessore Irene Priolo (VIDEO) durante la presentazione. Corrente essendo un mezzo elettrico può andare sulle preferenziali, possono essere parcheggiate sulle strisce bianche riservati ai residenti (come già accade per le Fiat 500 rosse di Enjoy). "Adesso ha senso per i residenti dismettere la seconda auto, che costa 3mila euro l'anno", continua la Priolo. Corrente ha anche dei sensori acustici per il riconoscimento da parte degli ipovedenti.

image

Le auto sono 120, saliranno progressivamente per diventare 240 entro Pasqua 2019. L'area di utilizzo di Corrente si estende per 45 chilometri quadrati, potrà entrare nella Ztl e anche nella zona T (asse Rizzoli-Ugo Bassi e via Indipendenza). Avrà un costo di 20 centesimi al minuto: che dal primo gennaio 2019 diventeranno 25 per tutti, tranne che per gli abbonati annuali Tper. Secondo i calcoli preventivi, la corsa media durerà 22 minuti: per esempio, andare dalla Fiera del Libro alla Lunetta Gamberini costerà 2 euro, visto che è un tragitto che si copre in 10 minuti.

SHERINGELETTRICO_34116053_144308