Bologna 4 agosto 2021 -  Non solo bar e ristoranti al chiuso ma anche musei e biblioteche, mostre e concerti. Dal 6 agosto il Green pass - la certificazione che si ottiene dopo aver ricevuto il vaccino - sarà obbligatorio per accedere a tutta una serie di locali e luoghi di interesse. Ovunque, a prescindere da zone bianche, gialle o rosse. Questo è quanto previsto dal decreto approvato dal Governo lo scorso 22 luglio. Riguardo all'utilizzo della certificazione, il Comune di Bologna ha pubblicato una nota in cui si spiega nello specifico dove si dovrà utilizzare il pass nella città metropolitana, al di là di bar e ristoranti. 

Green pass ristoranti, le difficoltà dell'Osteria del Sole - Green pass obbligatorio, Bologna Welcome si organizza

Inoltre, dal 1 settenbre, il Green pass sarà obbligatorio anche per i viaggi di lunga percorrenza su mezzi pubblici come treni e aerei. La certificazione non sarà necessaria per i treni e gli autobus regionali e locali. Il pass invece sarà obbligatorio per gli studenti universitari

Green pass ristoranti: cosa cambia dal 6 agosto - Green pass, cosa fare se non arriva il codice via sms - Green pass: come ottenerlo in poche mosse in Emilia-Romagna

Bar, ristoranti, locali al chiuso. Ma anche musei e mostre. Ecco dove serve il Green pass

Green pass Bologna, ecco dove sarà necessario

Come specificato nella nota pubblicata dal Comune, a Bologna il Green pass sarà necessario per visitare i musei comunali, nonché accedere e usare i servizi delle biblioteche. Nello specifico, se una persona deve solamente consegnare o restituire dei libri li potrà depositare in entrata, senza dover accedere ai locali della biblioteca e quindi senza l'obbligo di esibire la certificazione. Sotto le Due Torri, il Green pass si dovrà utilizzare per visitare mostre e accedere a altri luoghi culturali, partecipare a manifestazioni culturali (anche all’aperto), come le proiezioni di "Sotto le stelle del cinema" e gli eventi di "Bologna Estate".

Oltre a questi luoghi ed eventi, lo ricordiamo, il Green pass sarà necessario per entrare nei bar e nei ristoranti al chiuso; per accedere a centri benessere e strutture sportive al chiuso come piscine, palestre, o campi per sport di squadra, ma anche nei centri termali; per accedere a strutture sanitarie e RSA; per entrare in parchi tematici e di divertimento; per partecipare a fiere, sagre, convegni e congressi; per partecipare a feste e ricevimenti o ai concorsi pubblici e, infine, per accedere a sale gioco, sale scommesse, bingo e casinò.

Green pass Bologna, che documenti servono

Per accedere ai musei comunali, alle biblioteche, a luoghi culturali e a manifestazioni come Sotto le stelle del cinema e Bologna estate, oltre al Green pass - digitale o cartaceo - sarà necessario portare co sé anche un documento di riconoscimento valido. A tutela della privacy i dati personali verrano solo letti con l'app nazionale VerificaC19, ma non registrati. 

Green pass Bologna, come si ottiene

La certificazione verde è rilasciata dal Ministero della Salute e si ottiene con almeno una dose di vaccino contro il Covid-19un test molecolare o antigenico rapido negativi nelle ultime 48 ore oppure con la guarigione dal Covid-19. La certificazione si può scaricare tramite il sito dedicato del Governo Italiano www.dgc.gov.it, dove è necessario inserire i dati dalla propria tessere sanitaria e il codice allegato arrivato via sms; tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale; facendone richiesta ai medici di base o pediatri di libera scelta; facendone richiesta in farmacia; tramite le App "Immuni" o "Io". Sono esclusi dall’obbligo del Green pass i ragazzi e le ragazze fino a 12 anni e coloro che sono esenti sulla base di motivazioni mediche certificate, a prescindere dall'età.