Lo stadio Dall'Ara di Bologna (Foto LaPresse)
Lo stadio Dall'Ara di Bologna (Foto LaPresse)

Bologna, 14 settembre 2018 - Il Bologna Calcio ha accettato la proposta del Comune per il restyling dello Stadio Renato Dall'Ara, ovvero l'impiego di 30 milioni di fondi pubblici da abbinare a 40 privati. Si è tenuto oggi, infatti, a Palazzo d'Accursio il primo incontro del tavolo tecnico istituito da Comune di Bologna e Bologna Football Club 1909 per avviare la ristrutturazione dello stadio. 

Hanno partecipato alla riunione l'ad del Bologna Claudio Fenucci, l'architetto Gino Zavanella, il direttore generale del Comune di Bologna Valerio Montalto, il direttore generale della Città metropolitana Giacomo Capuzzimati, e altri dirigenti del Comune, Mauro Cammarata (capo area Risorse Finanziarie), Giulia Carestia (direttrice dell'Avvocatura), Cleto Carlini (direttore del Settore Infrastrutture), Francesco Evangelisti (direttore del Settore Urbanistica). 

LEGGI ANCHE Cucinella: "Lo stadio? Meglio fuori dal centro" 

Lo stadio Dall'Ara di Bologna (FotoSchicchi)
L'incontro "ha formalmente individuato e condiviso il percorso di partenariato pubblico-privato attraverso il quale attuare il restyling dello stadio comunale", recita una nota di Palazzo d'Accursio, secondo una procedura impiegata altri casi in Europa e per la prima volta adottata per un impianto italiano. 

Lo strumento giuridico utilizzato per l'intero processo è la Legge sugli Stadi del 2013 con gli aggiornamenti del 2017. "Una legge che assicura la certezza e la rapidità dei tempi e delle procedure", afferma il Comune in una nota. 
Il tavolo tecnico istituito oggi si riunirà periodicamente, mobilità e interventi da realizzare all’Antistadio saranno gli argomenti della prossima riunione.

ALLIANZ STADIUM (JUVENTUS)