Vaccino Dengue a Bologna: dove trovarlo

La Regione ha chiesto le dosi al Ministero, nel frattempo è disponibile in un ambulatorio privato. Per chi è indicato e cosa c’è da sapere sulla malattia

Vaccino Dengue in Italia: dove trovarlo

Doctor holding Dengue vaccine.

Bologna, 2 aprile 2024 – Hai in programma un viaggio in un Paese a rischio per l’elevato numero di casi di febbre Dengue e vuoi vaccinarti per la malattia prima di partire? In questo articolo troverai le ultime notizie sul vaccino contro la Dengue

In attesa di indicazioni relative all’offerta vaccinale, la Regione Emilia Romagna ha inviato al ministero della Salute una richiesta di approvvigionamento di vaccino tetravalente contro la malattia.

Nel frattempo, le prime dosi iniziano a essere disponibili negli poliambulatori Santagostino, la rete del Gruppo Unipol, attiva in Lombardia, Emilia-Romagna e a Roma. A Bologna, si trova in via Massarenti al civico 46. Tra i primi centri attrezzati per la sua somministrazione anche l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Spallanzani di Roma e l’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, in provincia di Verona.

Il vaccino viene anche erogato a pagamento da alcune ATS, come quella di Milano.

Esistono due vaccini contro la Dengue, di cui solo uno approvato, dal febbraio 2023, anche in Italia.

Quando fare il vaccino contro la Dengue

Il vaccino prevede la somministrazione di due dosi a distanza di tre mesi l’una dall’altra: “Tuttavia - spiega Alberto Canciani, esperto in Travel Medicine, vaccinazioni e malattie tropicali del Santagostino -  l'efficacia della prima dose si attesta circa al 70-80% dopo 10 giorni dalla somministrazione e riduce drasticamente la forma grave della malattia e quindi l'ospedalizzazione”.

Chi può fare il vaccino contro la Dengue

Il vaccino “è somministrabile dai 4 anni di vita”, informa Canciani.

Gli effetti collaterali del vaccino contro la Dengue

Gli effetti collaterali più comuni del vaccino contro la malattia sono “stanchezza, spossatezza, dolori articolari e ossei e arrivano mediamente dopo 4-7 giorni dalla somministrazione”, aggiunge il medico. 

Dengue: cos’è 

La dengue è un’infezione virale, originaria dell’Africa, causata da un patogeno del gruppo degli arbovirus, ossia virus trasportati da artropodi, come ad esempio zanzare e zecche.

Anche se il principale vettore è la zanzara Aedes aegypti, al momento non segnalata in Italia, il virus può essere trasmesso anche dalla zanzara tigre, molto diffusa in Italia, soprattutto in zone umide come la Pianura Padana, dove punge anche nelle ore diurne. 

La Dengue oggi è endemica in 110 paesi tropicali, tra cui il Sud Est asiatico e il sub continente indiano.

Approfondisci:

Dengue, Burioni: “Grave un caso su 20, subito lotta alla zanzara tigre”

Dengue, Burioni: “Grave un caso su 20, subito lotta alla zanzara tigre”

Dengue: i sintomi da non sottovalutare 

“Bisogna prestare attenzione ai primi sintomi, come febbre, mal di testa e malesseri influenzali, soprattutto se di ritorno da un paese tropicale –  avverte Canciani – Il 5% dei casi sviluppa forme più gravi e in alcuni casi la Dengue può diventare mortale. Accanto ad accorgimenti come vestirsi coprendo la maggiore superficie possibile del corpo, utilizzare repellenti e zanzariere e prestare particolare attenzione quando si trascorre molto tempo all’aperto, il vaccino rimane l’unica precauzione da adottare per proteggersi e limitare la diffusione della malattia”.

Dengue: i casi in Italia e in Emilia Romagna 

Nel mondo, la diffusione ha subito un’impennata da inizio 2024, nei primi mesi di quest’anno sono già stati segnalati oltre due milioni di casi, di cui 1,5 milioni solo in Brasile, dove i morti sono già più di 1500.

Anche l’Italia lo scorso anno ha registrato un incremento dei casi di Dengue con 347 persone infette (82 i casi autoctoni). In Emilia Romagna la Regione segnala 44 casi di Dengue, di questi 7 tra gennaio e marzo dello scorso anno, mentre nei primi tre mesi del 2024 i casi confermati sono 10.

Dengue: quali sono i Paesi a rischio

Il portale della Farnesina, ViaggiareSicuri, fornisce in tempo reale molte informazioni utili su tutti i Paesi del mondo, compresi gli approfondimenti sulla situazione sanitaria. I contenuti sono continuamente aggiornati e verificati dalla rete di ambasciate e consolati italiani nel mondo. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro