Violenza Bologna, maltratta la moglie da vent'anni e la prende a pugni: 38enne allontanato da casa

La donna si è rivolta ai carabinieri dopo l'ennesima violenza subita da parte del marito

Maltrattamenti contro la moglie, intervenuti i carabinieri

Maltrattamenti contro la moglie, intervenuti i carabinieri

Molinella (Bologna), 6 giugno 2023 – Ha picchiato la moglie che lo aveva svegliato per chiedergli di badare ai figli, ma questa è solo una di una lunga serie di violenze che la donna è stata costretta a subire dal giorno del loro matrimonio, avvenuto circa vent’anni fa.

Per questo nei confronti di un uomo di 38 anni di origine serba, libero professionista, pregiudicato e indagato per maltrattamenti contro familiari o conviventi, è stata eseguita dai carabinieri della Compagnia di Molinella un’ordinanza che ha disposto la misura cautelare personale dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento alla persona offesa.

Il tutto è nato dalla denuncia della moglie, 33enne, che lo scorso maggio ha raccontato ai militari dell'Arma tutte le violenze subite dal marito.

La donna ha spiegato di subire maltrattamenti sin dall’inizio del loro matrimonio e che le botte ricevute dall'uomo erano ormai diventate un'abitudine, anche in presenza dei figli minorenni.

L'episodio che ha spinto la vittima a denunciare il marito violento è avvenuto a inizio maggio, quando il trentottenne ha preso a pugni la moglie che lo aveva svegliato per chiedergli di occuparsi dei figli. 

In questa occasione i figli della coppia hanno difeso la madre, bloccando il padre che ha insultato e minacciato la donna di morte.

Il trentottenne, rintracciato dai carabinieri, è stato sottoposto alla misura cautelare del Giudice per le Indagini Preliminari e per questo è andato ad abitare a casa dei genitori a Bologna.