Sansone e Soriano salutati dalla società
Sansone e Soriano salutati dalla società

Bologna, 4 gennaio 2019 – Mancava solamente l’ufficialità, e alla fine è arrivata anche quella: Roberto Soriano e Nicola Sansone sono ufficialmente due nuovi giocatori del Bologna, i primi volti di una campagna di riparazione che, quasi sicuramente, porterà alla corte di Inzaghi qualche altro calciatore.

Gabbiadini, un sogno fuori budget

L’attaccante, classe 1991, si trasferisce in rossoblù in prestito fino al termine della stagione con obbligo di riscatto al verificarsi di determinate condizioni: per l’ex Sassuolo, che arriva dal Villareal, fino a qui sette presenze, un gol e due assist nelle varie competizioni con la maglia della squadra di Valencia.

Roberto Soriano, anch’egli classe 1991, passa al Bologna dopo aver trascorso la prima parte della stagione al Torino, dove ha racimolato dodici presenze e un gol, siglato in Coppa Italia: per il centrocampista la formula del trasferimento è quella del prestito fino a giugno 2019 con diritto di riscatto fissato a circa 8 milioni di euro, mentre per Sansone si parla di cifre leggermente più alte.

Due giocatori in cerca di rilancio dopo sei mesi non esattamente brillanti: Bologna, la storia lo conferma, è la piazza giusta per questo genere di operazioni. La speranza dei due giocatori, e del Bologna, è quella di poter tornare sui livelli ai quali avevano abituato i loro vecchi tifosi fino a qualche stagione fa, con il raggiungimento della salvezza che farebbe, vista l’attuale situazione di classifica, da ciliegina sulla torta.

“Sono molto contento di essere qui a Bologna e non vedo l’ora di scendere in campo”, assicura Sansone, che ha scelto il numero 10. Per l’ex Sassuolo e Parma c’è il dubbio ruolo, con il giocatore che inizia già a sciogliere qualche dubbio: “Sull’esterno posso giocare tranquillamente sia a destra che a sinistra, anche se preferisco la sinistra; oppure, come al Villareal, posso giocare seconda punta”. Ci sarà quindi da risolvere, in questa settimana di lavoro in vista del match contro la Juventus, il dubbio modulo per Inzaghi. Determinato e sicuro in vista dell’obiettivo stagionale: “Abbiamo tutto il girone di ritorno per ribaltare questa situazione e faremo di tutto per rimanere in Serie A”. 

Roberto Soriano, che ha invece scelto la casacca numero 21, avrà la possibilità di riscattarsi dopo una prima parte di stagione fatta più di ombre che di luci con la maglia del Torino: “Fisicamente sto bene, non ho giocato con continuità in questi sei mesi ma mi sono sempre allenato al massimo, quindi sono pronto per dare tutto per il Bologna”.  Anche per lui c’è da capire quale potrà essere la collocazione ideale in mezzo al campo: “In questi ultimi mesi ho fatto un po’ il trequartista e la mezzala, sono i ruoli che mi piacciono di più, dove esprimo meglio le mie qualità. Al Villareal ogni tanto facevo l’esterno ma venivo spesso dentro al campo”. 

Chiosa finale dedicata all’avventura che li attende: “Bologna è una piazza importante e merita di stare in Serie A: io e Nicola siamo qui per dare una mano”.  Entrambi i giocatori arrivano dal Villarreal in prestito: per Sansone si tratta di un obbligo di riscatto al verificarsi di determinate condizioni, per Soriano di un diritto che potrà essere esercitato alla fine della stagione.