Udinese Bologna, batosta in Coppa Italia per i rossoblù (FotoSchicchi)
Udinese Bologna, batosta in Coppa Italia per i rossoblù (FotoSchicchi)

Udine, 4 dicembre 2019 – Bologna (foto) non pervenuto alla Dacia Arena: i rossoblù snobbano la Coppa Italia ed escono sconfitti per 4 a 0 dalla gara contro l’Udinese nel match valido per il quarto turno della competizione. Turnover massiccio per i rossoblù di Mihajlovic (non presente in Friuli ma sostenuto anche dai tifosi dell’Udinese con uno striscione che recita “Il guerriero Sinisa vincerà la sua battaglia”), che non riescono praticamente mai a rendersi pericolosi dalle parti di Nicolas, impegnato poco e in modo semplice. Le reti nel primo tempo di Barak e dell’ex De Maio e quelle nella ripresa di Mandragora e Lasagna, permettono all’Udinese di passare il turno, con il Bologna che dovrà tornare a lavorare a testa bassa in vista del Milan, domenica sera.

Spazio ai giovani nel Bologna, con Juwara – all’esordio stagionale – e Corbo – prima presenza da titolare in rossoblù – che trovano spazio nel 3-4-1-2, il primo come attaccante al fianco di Orsolini e il secondo in difesa, sul centrodestra. A inizio gara minuto di silenzio in ricordo di Franco Janich, con il Bologna che veste il lutto al braccio in ricordo dell’ex giocatore rossoblù.

Leggi anche De Leo e Da Costa: "Chiediamo scusa ai tifosi"Mihajlovic parlerà a Ibrahimovic entro sabato

Il Bologna nei primi quindici minuti è spesso costretto a rifugiarsi in angolo più volte sulle imbucate friulane, fino al 24’ quando, sfruttando un errore in coabitazione di Medel e di Paz, con il primo che sbaglia l’anticipo sul compagno di squadra, anticipato da Lasagna, l’Udinese passa avanti, grazie a Barak che trova, da dentro l’area, l’angolino alla destra di Da Costa. La difesa stacca la spina a fine primo tempo, di nuovo, con la punizione di Barak che viene prolungata da Nuytinck, con la sfera che viene insaccata dall’ex della gara, De Maio, al posto giusto nel momento giusto.

Primo tempo praticamente nullo in termini di produzione offensiva per il Bologna, che a inizio ripresa getta nella mischia Schouten per Poli; nei primi dieci minuti è Orsolini a provare a scuotere i suoi, con due conclusioni che però non centrano lo specchio. Al 23’ fuori Krejcì per un problema alla caviglia, con Destro che fa il suo ingresso in campo due mesi dopo l’ultima volta: il cambio non scuote i rossoblù, che anzi rischiano di capitolare pochi minuti dopo quando Lasagna si vede murare il tiro in angolo da Denswil. Al 30’ è Pussetto che sfiora il 3 a 0, con Da Costa bravo a smanacciare in corner; poco dopo Lasagna colpisce il palo, ma si tratta solamente del preambolo al terzo gol della serata, con Mandragora che a meno di 15’ dal termine raccoglie al volo il suggerimento di Fofana e spara basso, rendendo vano il tuffo del portiere del Bologna. A gara pressochè conclusa arriva il quarto sigillo dei bianconeri, con Lasagna che, facendo girare il suo mancino, trova la gioia personale. Nel finale nervi tesi, complice un intervento duro di Juwara. L’Udinese supera il turno e agli ottavi troverà la Juventus.

Udinese Bologna, il tabellino della partita

Udinese-Bologna 4-0
Udinese (3-5-2): Nicolas; De Maio, Sierralta, Nuytinck; Opoku (13’ st Pussetto), Barak, Mandragora (36’ st Walace), Fofana, Ter Avest (28’ st Larsen); Teodorczyk, Lasagna. Allenatore: Gotti. A disposizione: Musso, Perisan, Samir, Troost-Ekong, Okaka, De Paul, Nestorovski, Becao, Kubala.
Bologna (3-4-1-2): Da Costa; Corbo, Paz, Denswil; Mbaye, Poli (1’ st Schouten), Medel, Krejcì (23’ st Destro); Svanberg; Orsolini, Juwara. Allenatore: Mihajlovic. A disposizione: Skorupski, Sarr, Sansone, Tomiyasu, Skov Olsen, Danilo, Palacio.
Reti: 24’ pt Barak, 42’ pt De Maio, 32’ st Mandragora, 47’ st Lasagna
Note: ammoniti Corbo, Sierralta, De Maio, Schouten, Juwara, Larsen. Recupero 2’, 3’
Arbitro: Piccinini di Forlì.