Bologna, 29 settembre 2019 - Villaggio Coldiretti, il giorno dopo. Ex amici ed ex alleati, a 24 ore di stanza il confronto tra Giuseppe Conte (FOTO VIDEOe Matteo Salvini (foto) va in scena sullo stesso palcoscenico, il Villaggio della Coldiretti. E il tema centrale restano i dazi annunciati dagli Usa sui prodotti Made in Italy. "Speriamo che non ci siano, però Conte è un genio e amico di tutti... Ci penserà sicuramente lui", è la stoccata del segretario della Lega.

LEGGI ANCHE Salvini a Riccione, passeggiata nel 'salotto' della Tosi - Salvini in piazza ad Ascoli

Sullo sfondo, ma mica tanto, ci sono le elezioni regionali in Emilia Romagna del 26 gennaio e al suo fianco c'è Lucia Borgonzoni, candidata al seggio che ora è occupato da Stefano Bonacicni. "La scelta è fatta, non c'è discussione", chiarisce il leader leghista. Sul nome della Borgonzoni, senatrice ed ex sottosegretaria del primo governo Conte, manca ancora il via libera ufficiale di Fdi e Fi (tanto che in campo, per Giorgia Meloni, c'è anche il deputato Galeazzo Bignami), ma per Salvini i giochi ormai sono fatti. "Per la prima volta in 50 anni ce la si gioca, finalmente la sinistra dimostra di avere paura", spiega Salvini, che commenta anche l'ipotesi di accordo Pd-M5s di cui si parla moltissimo in questi giorni: "Facciano quello che credono. Io me lo auguro", azzarda l'ex ministro degli Interni, per il quale "questi non sono d'accordo su nulla, tranne che sulla difesa della propria poltrona e così gli emiliano-romagnoli sapranno chi premiare".

LEGGI ANCHE Musica alla Coldiretti con la banda dei carabinieri

Quanto alle liste, il leader del Carroccio si è limitato a dire "che non ci saranno solo quelle solite del centrodestra, ma tanto di più: ci stiamo lavorando".

image

Poi l'appello a margine del suo intervento: "Chiedo anche agli italiani di far politica facendo la spesa: comprando italiano, mangiando italiano e bevendo italiano". "Spero che fosse una bufala quella di qualche ministro che vuole aprire agli accordi commerciali con altri Paesi: penso al Ceta, penso all'accordo col Sudamerica per la carne, perché - ha proseguito - di grano al glisofato, di carne agli ormoni, di Ogm e schifezze varie ne abbiamo già abbastanza". Dunque, "se qualcuno in questo Governo svende l'agricoltura in cambio di favori su altri fronti, avrà nella Lega il primo avversario". E avverte: "Qua non ci sono fascisti ma italiani che sono orgogliosi di essere italiani: non è che se uno difende l'Italia è fascista".

false

Durante il bagno di folla (video) c'è anche chi gli lancia un "Forza Bologna". E lui, pronto, risponde: "Foza Sinisa". Salvini aveva era già speso pubblicamente parole di sostegno per il mister del Bologna impegnato in una dura battaglia contro la leucemia.

"Aumenti dell'Iva e tasse sul denaro contante sono le due cose che non permetteremo", ha sottolineato Salvini, riferendosi alla nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (Nadef) che conterrà gli obiettivi fondamentali della prossima manovra di Bilancio e che sarà presentata lunedì 30 dal governo. "Sono curioso, ne abbiamo lette di tutti i colori. Sono due i temi - ha aggiunto - su cui vigileremo con particolare attenzione: che non ci siano aumenti dell'Iva, perché quando sento aumenti selettivi dell'Iva vuol dire che ti stanno per fottere". E la Lega vigilerà perché "non si penalizzi chi paga in denaro contante. L'ultima cosa da fare - ha concluso - mi sembra obbligare tutti ad avere una carta di credito, a meno che non si vogliano aiutare le solite banche". L'avvertimento è pesante: "Noi faremo una tranquilla, sana, pacifica opposizione in Parlamento, ma useremo anche i nostri sindaci e governatori e faremo manifestazioni di piazza pacifiche, la prima il 19 ottobre in piazza a Roma".