Bilancio positivo per l’Avis. Raccolta e donatori in crescita

Domenica a San Vittore l’assemblea generale con la consegna dei riconoscimenti

Bilancio positivo per l’Avis. Raccolta e donatori in crescita

Bilancio positivo per l’Avis. Raccolta e donatori in crescita

Un dono e un gesto fondamentale per la salute delle persone. La raccolta di sangue e di plasma è in crescita a Cesena e con essa è in aumento il numero dei donatori. Nel corso del 2023 i donatori a Cesena sono stati 4.685 (di cui 2.929 maschi e 1.756 femmine) con un incremento del 3,6% rispetto al 2022. I nuovi donatori in tutto il comprensorio cesenate sono stati 1.070, di cui 637 (323 maschi e 314 femmine) solo a Cesena. "Grazie alla raccolta - ha detto il presidente di Avis Cesena Gualtiero Giunchi - è stato possibile curare 16mila persone nel 2023, garantendo la sostanziale autosufficienza ematica del nostro territorio". Avis Comunale Cesena si prepara a celebrare la 65esima assemblea generale che si terrà domenica a partire dalle 9.45 al cine teatro Victor di San Vittore. Oltre all’approvazione del bilancio, l’assemblea sarà l’occasione per fare il punto dell’attività e premiare i donatori. Quest’anno per la sezione di Cesena (comprensiva dei comuni di Longiano e Roncofreddo) e per l’Avis di Base di Calisese saranno premiati 95 donatori. In 56 riceveranno la medaglia d’oro per 50 donazioni, 17 medaglia d’oro con rubino per le 75 donazioni, a 14 donatori andrà la medaglia d’oro con smeraldo per 100 donazioni, e infine 8 cona medaglia d’oro con diamante per 120 donazioni. Non una goccia di sangue di Avis è andata sprecata nel 2023. La raccolta del sangue intero viene utilizzata per trasfusioni, trapianti di organi, reparti oncologici, dialisi, incidenti gravi, emorragie da parto e operazioni di urgenza; il plasma invece serve per la produzione di farmaci per la cura di gravi malattie, e per la cura di ustionati; infine le piastrine donate sono utilizzate per pratiche di supporto alla chemioterapia, gravi ustioni e problemi cardio vascolari. "Uno degli impegni di Avis – ha detto il presidente Giunchi – è quello di promuovere la cultura del dono e far comprendere l’importanza della donazione di sangue con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità e reclutare nuovi donatori. Per questo un interlocutore privilegiato è il mondo della scuola. Nel 2023 Avis Cesena ha organizzato iniziative e incontri rivolti ai ragazzi delle scuole, con oltre 1.700 studenti incontrati, di cui 46 hanno fatto la prima donazione, possibile dall’età di 18 anni". Un nuovo impegno di Avis è ‘Love in the hair’: nel 2024 Avis promuove la donazione di capelli per parrucche offerte alle pazienti o ai pazienti segnalati dalle associazioni che operano nell’ambito dell’oncologia, dell’oncologia pediatrica e della dermatologia.

Annamaria Senni