Pri, Azione e Più Europa: "Lista unica, c’è l’intesa"

Il repubblicano Luca Ferrini: "Si chiamerà Patto per Cesena e sosterrà Lattuca"

Pri, Azione e Più Europa: "Lista unica, c’è l’intesa"
Pri, Azione e Più Europa: "Lista unica, c’è l’intesa"

Lista unica alle comunali di Cesena per Pri, Azione, il partito di Calenda e Più Europa. Ieri sera alla sede di Martorano del partito repubblicano è stata siglata l’intesa tra il segretario di consociazione dell’edera Romano Fabbri, il coordinatore provinciale di azione Umberto Orlati e Luca Pieri di Più Europa. Luca Ferrini, assessore al comune di Cesena, è il rappresentante dell’alleanza nelle istituzioni.

Ferrini, la lista unica delle tre forze politiche appoggerà Enzo Lattuca candidato sindaco del centrosinistra?

"Sì, perché Lattuca ha lavorato bene nei vari passaggi della legislatura, dalla pandemia al Pnrr e all’alluvione".

Che nome avrà la lista?

"Patto per Cesena. Le tre forze politiche avranno il simbolo".

A quale elettorato vi rivolgete?

""Staremo al centro dello schieramento: siamo moderati, riformisti e sono certo che potremo aspirare anche ai voti da parte di chi chi alle Europee sceglierà le forze politiche che ritiene, ma a Cesena darà la fiducia, meritata, a Lattuca".

La sede del Pri in corso Mazzini sarà quartier generale della campagna elettorale?

"Ospiterà incontri ed eventi, è un punto di appoggio di grande prestigio e tradizione".

Azione e Pri procedono unite anche a livello nazionale con liste unite per le Europee?

"Il nostro segretario regionale Fusignani ha annunciato nei giorni scorsi le liste comuni per le Europee e si sta lavorando convinti in questa direzione. Il coordinatore regionale di Azione on. Marco Lombardo ha a cuore il progetto e segue con attenzione anche il varo delle liste per le comunali".

Questa lista unitaria tra Pri, Azione e Più Europa verrà presentata alle elezioni amministrative in altri comuni del Cesenate?

"L’obiettivo ambizioso è di proporla anche a Bagno di Romagna, Mercato Saraceno e Gambettola".

Si abbasserà la soglia per conquistare seggi in consiglio comunale, che saliranno da 24 a 32. Il Pri è senza da dieci anni.

"Contiamo tutti noi dell’alleanza di poter essere presenti nel nuovo consiglio comunale".

Siete d’accordo che il sindaco Enzo Lattuca dialoghi con il M5S provando ad imbarcarlo?

"Capiamo l’esigenza di un campo extralarge visto che si può vincere al primo turno, ma preferiamo non includa il M5S che ha contestato il nostro programma e il nostro operato".

Lei ambirebbe a proseguire l’opera di assessore?

"Sarò in lista, la scelta degli assessori spetterà a Lattuca. Accadesse, mi piacerebbe, ora che siamo capoluogo, potenziare la polizia locale, con il quarto turno notturno. Sarà nel programma di lista".

Andrea Alessandrini